Pesio e Stura
stampa

Il lago di Pianfei è sempre più asciutto

Lo specchio d'acqua messo in ginocchio dalla siccità. Livelli mai così bassi

Il lago di Pianfei è sempre più asciutto

Raramente lo si era visto in questo stato: il lago di Pianfei, colpito duramente dalla siccità, si è asciugato moltissimo, riducendo di molto la sua superficie e il suo volume. In questi giorni sui social stanno circolando alcune fotografie che lo ritraggono e che sono una delle testimonianze più significative e immediate del terribile fenomeno del clima asciutto di quest’anno. Il quadro tracciato da Antonio Bruno, consigliere del consorzio irriguo Bealerotti Mussi, è impressionante: «Ora com’è ora nel lago ci sono ancora circa 4-5 metri d’acqua, più o meno 40.000-30.000 metri cubi: a invaso pieno l’impianto tiene 550.000 metri cubi, questo per dare l’idea delle proporzioni. I livelli sono scesi così in basso solo in un anno o due, a mia memoria, ma in tutti quei casi è successo perché si è irrigato molto. Quest’anno abbiamo bagnato pochissimo, forse soltanto le coltivazioni di grano turco». «Siamo davvero ai livelli minimi storici del lago – è il commento di Roberto Gramaglia del consorzio irriguo Brobbio-Pesio - è chiaro che un’annata come quella del 2017, dove una delle ultime precipitazioni è stata a maggio, è veramente disastrosa. Si avverte sempre di più la necessità di infrastrutture per l’accumulo dell’acqua, perché non possiamo più basarci soltanto sulle precipitazioni». Anche il sindaco di Pianfei, Marco Turco, non ha nascosto il suo disappunto e la sua preoccupazione per lo stato del piccolo bacino d'acqua: «Non è normale che sia in queste condizioni: è un'anomalia assoluta dovuta alla siccità. Quanto sta avvenendo è un'ulteriore prova del fatto che ci stiamo muovendo nella direzione giusta, con il progetto del nuovo invaso di Serra degli Ulivi. Servono più risorse idriche, proprio per far fronte a situazioni come queste, è necessario ampliare la disponibilità e portare altra acqua nella nostra zona». Anche per Bruno il nuovo invaso di Serra potrebbe essere di grande aiuto: «Tramite la condotta che porta acqua al nuovo invaso se ne potrebbe portare anche al lago di Pianfei, sarebbe una soluzione per garantire un buon livello costante. Inseguiamo quel progetto da 35 anni, adesso forse si arriverà a realizzarlo, incrociamo le dita». Sul progetto di Serra degli Ulivi, un invaso da 12 milioni di metri cubi d’acqua, si lavora dal 2008, quando la fondazione Crc stanziò il primo milione di euro per finanziare lo studio preliminare, presentato nel 2012, a cui sono seguiti ulteriori approfondimenti, fatti in collaborazione con il Politecnico di Torino e con il Cnr. Quest’anno ha preso il via la progettazione definitiva, anche qui finanziata da Crc e dalla collaborazione consortile tra i Consorzi irrigui del Cuneese, del Vercellese e del Novarese. Questa fase dovrebbe concludersi entro l’inizio del prossimo anno, nella migliore delle ipotesi.

Il lago di Pianfei è sempre più asciutto
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento