Val Bormida
stampa

“Camion sulle provinciali: aumenta il rischio di incidenti”

Il sindaco di Cosseria scrive ai colleghi e al prefetto. Sull’Autostrada A6 divieto di transito ai mezzi superiori alle 44 tonnellate

“Camion sulle provinciali: aumenta il rischio di incidenti”

«Va individuata una soluzione alle decine di camion che transitano sulle nostre strade». Così il sindaco di Cosseria Roberto Molinaro che in una lettera inviata agli altri sindaci della valle Bormida scrive: «Camion che partono da Battifollo per andare alla cava di Vado a scaricare e da Ceva verso Savona. Non possono prendere l’autostrada perché sulla A6 vi è il divieto di transito a mezzi superiori alle 44 tonnellate. Ma per quale motivo? Esiste forse il rischio che i viadotti non reggano il peso delle 56 tonnellate?». E ancora: «Permettere il transito sulle provinciali non è però la soluzione, considerato anche il fondo stradale compromesso a causa della mancanza di manutenzione dovuta ai tagli attuati alle Province». Il primo cittadino punta i riflettori sul tema della sicurezza e rinvia all’incidente del 26 ottobre scorso quando un camion che trasportava materiale per la cava di Vado si è ribaltato sulla Sp 28 bis in direzione di Cosseria all’altezza del bivio per Millesimo. «Gran parte del carico è caduto sul marciapiede – precisa Molinaro –, lesionando il muro di una cantina. Fortunatamente non vi erano mezzi nella direzione opposta, né pedoni sul marciapiede e pure l’autista è stato dimesso il giorno stesso dall’Ospedale di Savona. Ma le conseguenze potevano essere ben più tragiche». Critico l’impatto sulla viabilità con il traffico bloccato in entrambe le direzioni dalle 10.30 fino alle 18.30. «Auto e piccoli furgonati sono stati deviati sulla strada che da Montecala passa a mezza costa sotto il castello di Cosseria e arriva a Millesimo, a lato della Casa di riposo, mentre i mezzi pesanti transitavano per le provinciali di Cosseria per raggiungere Millesimo via Cengio: vista la scarsa ampiezza delle carreggiate, il pericolo di incidenti frontali è stato elevato». Di qui le richieste che Molinaro intende presentare al prefetto: «I mezzi vuoti che ritornano da Vado devono circolare sull’autostrada e non, come continuo a notare, sulla Sp 28 bis. Inoltre va chiarito il motivo per cui esiste il divieto in alcuni tratti dell’A6 e, se il limite è indiscutibile, allora i camion dovrebbero attenersi al peso richiesto dalla società Autostrade». Tutto ciò «per ridurre il rischio reale di incidenti e il danneggiamento ulteriore delle provinciali».

“Camion sulle provinciali: aumenta il rischio di incidenti”
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento