Politica
stampa

DE2018 - Politica: gelo tra i tre poli a Villanova, 5Stelle, FI e PD distantissimi. LA DIRETTA

Dadone: «Va bene Lega e PD, mai con Berlusconi». Toti: «Assurdi i veti sulle persone». Orfini: «Noi non ci stiamo, tocca a voi»

DE2018 - Politica: gelo tra i tre poli a Villanova, 5Stelle, FI e PD distantissimi. LA DIRETTA

LA DIRETTA

Confermatial convegno di sabato 14 aprile Giulio Tremonti, Matteo Orfini, Giovanni Toti, Enrico Costa e Fabiana Dadone. Non sarà presente Roberto Maroni: al suo posto il deputato leghista Riccardo Molinari. Alle 11 il collegamento streaming con Matteo Salvini.

Alle ore 9 comincia la lectio magistralis del prof. Giulio Tremonti

Il convegno si apre coi saluti istituzionali: il sindaco Michelangelo Turco e l'assessore Michele Pianetta, delle categorie (Mauro Gola per Confindustria, Carlo Comino per Confcommercio, Roberto Ganzinelli per Confidi, Paolo Blangetti per BCC Rocca De' Baldi, Lido Riba per Uncem Piemonte), del senatore Giorgio Bergesio della Lega Nord. Fulvio Bersanetti, responsabile dei "Dialoghi": «Cinque anni fa, quando cominciammo, non avrei mai pensato di raggiungere questi livelli».

La Lectio Magistralis del prof Giulio Tremonti

Il prof. Tremonti spiega il cambiamento in atto: «Mundus Furiosus. Partiamo dal '500: la prima "brexit" fu lo scisma inglese. Fu un'epoca di grandi cambiamenti, dalla scoperta dell'America alla rivoluzione copernicana. Ma il cambiamento di oggi è avvenuto in un tempo brevissimo, mai prima di oggi era stato così breve nella nostra storia: 20-25 anni fa c'erano gli Stati, oggi il mondo è diverso. Non è la fine della globalizzazione economica, ma di quella ideologica. Oltre agli effetti della crisi, io credo ci sia anche un effetto, anzi un sentimento: la paura dei popoli verso fatti nuovi, che arrivano e non sono conosciuti. Che cosa succede ora? “Mundus furiosus”: oggi ci sono cinque forze diverse, che avanzano su fronti diversi e a velocità diverse. La combinazione è devastante. Primo, le migrazioni: termine più corretto, rispetto a “immigrazioni”. Secondo, la dissociazione della ricchezza dagli elementi reali: siamo come nel “Faust” di Goethe, abbiamo firmato una cambiale alla base dell’economia. Terzo, la rivoluzione digitale: mai, nella storia, l’uomo ha avuto così tante possibilità di vivere così a lungo ma così poca possibilità di lavorare. Quarto, la terza guerra mondiale: oggi alcune segreterie usano linguaggi che paiono quelli del 1914. E infine, il quinto, l’Europa: il meccanismo politico che ha retto il ‘900, basato su ideologie e partiti unificanti e permanenti, è entrato in crisi. Se vedete una foto di famiglia di quelli che hanno firmato i Trattati di Roma, vedete persone che hanno fatto la resistenza e che hanno frequentato le biblioteche. Se invece vedete le foto di famiglia di quelli che firmano i trattati adesso, sembra una delegazione aziendale in gita».

TERZA REPUBBLICA - il convegno in diretta

Si entra subito nel vivo col dibattito politico. 

Fabiana Dadone, 5 Stelle: «La situazione di stallo richiede un esame di coscienza da parte di tutti, la legge avvantaggia le coalizioni ma noi siamo la lista che ha preso più voti. La scelta di aprire a entrambi ci è parsa quella migliore. Berlusconi? Non scherziamo, la storia parla per lui, sarebbe imbarazzante. Apriamo al PD e alla Lega Nord».

Giovanni Toti, Forza Italia non commenta l'ultima uscita di Berlusconi: "Un governo Lega potrebbe portare a una fuga di capitali". Ma ai 5 Stelle risponde: «Questa legge elettorale rende l'Italia ingovernabile nonostante ci sia una coalizione che ha preso più degli altri. Non ci possiamo permettere questa situazione. I veti si fanno sui punti di programma singoli, non sulle persone o sui simboli».

Matteo Orfini, presidente PD: «La nostra posizione non cambia, è sempre stata chiara. Abbiamo perso le elezioni e quindi non spetta a noi l'onere di governare il Paese. Lo abbiamo fatto e Gentiloni lo sta facendo tutt'ora. Non spetta a noi essere forza di maggioranza o governo. Non siamo disponibili a una discussione su questo. Lo siamo su un confronto fra opposizioni, ma siamo e restiamo politicamente alternativi sia a Salvini che a Di Maio. Siamo distanti da loro e riteniamo loro molto affini».

Enrico Costa, centrodestra: «Il 5 Stelle parla di apertura, ma alle sue condizioni? Questa si chiama apertura parziale. I contratti non si fanno unilateralmente e coi pregiudizi. Giusto considerare Salvini leader del centrodestra in questo momento».

Riccardo Molinari, Lega Nord: «La Lega è l'unico partito che sta parlando di fare un Governo fuori dai balletti della campagna elettorale. Ai 5 Stelle dico: se gli italiani hanno votato sapendo che Berlusconi nel centrodestra, voi non potete mettere veti a vostra discrezione. Il Centrodestra ha un programma unitario».

IL CONVEGNO:

In memoria del sen. Lorenzo Eula, villanovese, ministro del governo Giolitti, i 'big' della politica italiana si incontreranno per un confronto a 360° sul tema 2018: “La politica e la Terza Repubblica”. Teatro dell'evento, come sempre, il presbiterio dell'antica chiesa di Santa Caterina, gioiello architettonico trecentesco nel borgo medievale di Villavecchia, raggiungibile con servizio navetta gratuito con partenza da piazza Filippi (dalle ore 8,15 alle ore 13).

L'ultima ora porta con sé ulteriori novità: dopo la rinuncia dell'ex presidente lombardo Maroni (“motivi personali”), la direzione dell'evento annuncia l'ingresso nel panel dell'on. Riccardo Molinari, già vice segretario federale della Lega, ed il collegamento 'live' con il leader del partito di centrodestra, Matteo Salvini. Nelle giornate 'clou' delle consultazioni al Quirinale, l'appuntamento monregalese si pone, dunque, come teatro pubblico di un dibattito più che mai d'attualità. Nelle ore decisive per l'assegnazione di un incarico da parte del presidente Mattarella, il tavolo guidato dal giornalista Giuseppe Salvaggiulo si confronterà sul tema “L'Italia alla prova della Terza Repubblica” con Enrico Costa, Fabiana Dadone, Matteo Orfini, Giovanni Toti e Riccardo Molinari, seguiti in collegamento con il segretario della Lega.

«Il grande interesse manifestato da tutte le forze politiche nei confronti dei “Dialoghi Eula” - sottolinea Michele Pianetta, assessore al Turismo ed alle Manifestazioni di Villanova Mondovì - ci fa capire che la strada intrapresa è quella giusta. A cinque anni dall'esordio, la nostra volontà di riportare il dibattito politico in mezzo alla gente è stata rispettata. La buona politica passa proprio attraverso il dialogo ed il confronto pubblico direttamente nelle piazze del nostro Paese». «L'edizione 2018 - commenta Fulvio Bersanetti, direttore scientifico della manifestazione ed ideatore della stessa nel 2014 - può definirsi innovativa nel percorso di continua crescita dei “Dialoghi Eula”: mai come quest'anno, l'attualità salirà in cattedra nei tavoli di confronto, non solo per la caratura degli ospiti ma soprattutto per il vero e proprio nuovo corso della vita politica del Paese. La Terza Repubblica è realtà da poco più di un mese, Villanova Mondovì si prepara a delinearne un primo ritratto tra prospettive presenti e future».

Sabato 14 aprile - Villavecchia, antica chiesa di Santa Caterina

Ore 9 - "MUNDUS FURIOSUS. IL RISCATTO DEGLI STATI E LA FINE DELLA LUNGA INCERTEZZA"
introduce Fulvio Bersanetti, direttore scientifico Dialoghi Eula
lectio magistralis Giulio Tremonti, presidente Aspen Institute Italia, già ministro dell'Economia e delle Finanze

ORE 10,30 - "L'ITALIA ALLA PROVA DELLA TERZA REPUBBLICA"
introduce Michele Pianetta, ideatore Dialoghi Eula, assessore di Villanova Mondovì
in collegamento Matteo Salvini, senatore, segretario Lega
Enrico Costa, deputato, già ministro per gli Affari regionali
Fabiana Dadone, deputata
Riccardo Molinari, deputato, segretario Lega Piemonte
Matteo Orfini, presidente Partito Democratico
Giovanni Toti, presidente Regione Liguria
modera Giuseppe Salvaggiulo (La Stampa)

DE2018 - Politica: gelo tra i tre poli a Villanova, 5Stelle, FI e PD distantissimi. LA DIRETTA
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento