Articoli precedenti
stampa

Guida al voto: 20 cose che devi sapere

Dove sono i seggi? Che matita devo usare? Posso fare una foto alla scheda votata e mostrarla? Le schede bianche contano? Ho sbagliato a votare: posso avere una seconda scheda?

Guida al voto: 20 cose che devi sapere

Quando si vota e cosa devo fare per votare?
Si vota domenica 11 giugno, dalle 7 alle 23. L’eventuale ballottaggio si svolgerà domenica 25 giugno. Per votare è necessario recarsi al proprio seggio portando con sé un documento di identità valido e la tessera elettorale.

Il numero del vostro seggio dipende dal vostro indirizzo di residenza, ed è indicato sulla vostra tessera elettorale.
Seggi n. 1-2-3-4: Scuole elementari in corso Statuto
Seggi n. 5-6-7-8: Scuole elementari in corso Alpi
Seggi n. 9-10-11-12: Scuole elementari in via Matteotti
Seggi n. 13-14: Centro Anziani di Carassone in via del Campo
Seggi n. 15-16: ex Scuole elementari in piazza D’Armi
Seggio n. 17: Scuole elementari di Sant’Anna
Seggio n. 18: ex Scuole elementari di Pascomonti
Seggio n. 19: ex Scuole elementari di San Biagio
Seggio n. 20: Scuole elementari di Breolungi
Seggio n. 21: Circolo ricreativo di Rifreddo
Seggio n. 22: Scuole elementari di corso Milano (zona industriale)

Cosa devo fare se ho perso/esaurito la tessera?
Si deve chiederne una nuova presso lo Sportello Unico Polivalente (muniti della tessera in caso di suo completamento) per prenotarne la ristampa. In caso di smarrimento dovrà essere presentata apposita dichiarazione sostitutiva per la quale potrà essere utilizzato il modulo disponibile presso lo Sportello Unico Polivalente o quello presente sul sito del Comune nella sezione modulistica M-AG002.
L’Ufficio Elettorale del Comune sarà aperto anche sabato 10 giugno, dalle ore 9.00 alle ore 18.00, e domenica 11 giugno per tutta la durata delle operazioni di voto, e quindi dalle ore 7.00 alle ore 23.00.

Quale matita devo usare? Ma il voto a matita si cancella?
Puoi usare solamente la matita che ti viene consegnata al seggio al momento del voto. Questa matita speciale (Matita copiativa) va poi restituita dopo che hai votato. Non puoi assolutamente votare con una biro, penna o pennarello: se lo fai, il tuo voto verrà annullato quando la tua scheda verrà scrutinata. La matita si cancella? Questa è una delle questioni su cui esiste un po’ di confusione. La matita, di per sé, si cancella sempre. Ma il tipo di carta della scheda è fatta in modo che, con quella speciale matita, è impossibile cancellare il voto senza strappare la scheda. Una scheda rovinata o strappata viene sempre annullata.

Posso fare una foto al mio voto e mostrarla a qualcuno?
Assolutamente no, è vietato dalla legge. Non si possono introdurre fotocamere o smartphone nella cabina elettorale (si devono lasciare agli addetti). Se scattate una foto, la vostra scheda viene annullata, non avete diritto a un altro voto e può essere chiesto l’intervento dei carabinieri presenti di vigilanza ai seggi.

Chi può votare? Gli stranieri possono votare?
Possono votare tutte le persone con cittadinanza italiana, residenti a Mondovì, che hanno compiuto 18 anni prima dell’11 giugno.

Come viene eletto il sindaco?
Ogni sindaco è appoggiato da un certo numero di liste. Il candidato che ottiene il 50%+1 dei voti validi totali (sommando quelli alle sue liste e quelli solo al sindaco) diventa sindaco per i prossimi 5 anni. Se nessuno dei candidati ottiene il 50%+1 dei voti validi, si va al ballottaggio.

Cosa sono le schede “bianche” e le schede “nulle”?
Le schede bianche sono quelle in cui non c’è alcun segno di voto. Quelle nulle sono quelle in cui il voto non è chiaro oppure sono state “scarabocchiate”. Nessuna delle due schede ha valore per il conteggio del vincitore.

Che differenza c’è fra “primo turno” e “ballottaggio”?
Al ballottaggio si potrà scegliere soltanto fra i due candidati sindaci che hanno preso più voti al primo turno e non sarà possibile votare una delle liste di appoggio.

Come è fatta la scheda?
La scheda per la votazione sarà di colore blu/azzurro. Sulla scheda ci sono i nomi dei 5 candidati e sotto ogni nome i simboli di tutte le liste che lo appoggiano. Accanto a ogni simbolo ci sono 2 righe per esprimere 2 voti di preferenza.

Se mi consegnano una scheda rovinata, macchiata o già votata… cosa devo fare?
Dovete immediatamente farlo notare al presidente di seggio e chiedere di avere una nuova scheda. Tutte le operazioni successive sono di sua competenza.

Ho “sbagliato a votare”: posso cancellare il voto? Posso avere una seconda scheda?
Non potete assolutamente cancellare il vostro voto. Potete però chiedere una seconda scheda, dicendo che avete “deteriorato” la prima. In questo caso dovete restituire la scheda votata, che viene annullata, e ve ne verrà consegnata una seconda. Non è possibile ottenerne una terza.

Cosa sono le “preferenze”? Come devo fare per votare un consigliere?
Sono i voti ai candidati consiglieri (ogni lista ne ha un massimo di 16). Potete votare fino a 2 nomi, purché siano nella stessa lista e purché siano di sesso diverso. I nomi dei consiglieri non sono stampati sulla scheda: dovete scriverli con nome e cognome.

Devo per forza esprimere la preferenza o le preferenze?
No, non è obbligatorio.

Cosa succede se voto solo il simbolo di una lista?
Il voto va automaticamente al candidato sindaco appoggiato da quella lista.

Posso votare due liste diverse?
No: se lo fate, il voto alle liste è annullato.

Posso votare due candidati sindaci per mandarli al ballottaggio?
No: il voto è nullo.

Posso votare un candidato sindaco ma dare la preferenza alla lista di un altro?
Sì: si chiama “voto disgiunto” ed è consentito. Alla lista potete anche aggiungere i voti di preferenza.

Cosa succede dopo?
Dalle ore 23 i seggi vengono chiusi e, dopo le operazioni di chiusura, le urne vengono aperte e comincia il conteggio dei voti. Le operazioni di scrutinio sono pubbliche, chiunque può assistere – ma solo i rappresentanti di lista possono vedere le schede scrutinate.

Come viene eletto il Consiglio comunale?
Il Consiglio è composto da 16 consiglieri (sindaco escluso). La maggioranza avrà 10 posti, distribuiti fra le liste del candidato vincitore a seconda dei voti. La minoranza avrà 6 posti, distribuiti fra i candidati sindaci non eletti e le loro liste a seconda dei voti. Il sistema di composizione dei posti in Consiglio comunale dipende da un calcolo matematico che parte dai voti delle liste.

Cos’è la Giunta e come viene eletta?
La Giunta non viene eletta, ma nominata direttamente dal sindaco. La Giunta è composta dal sindaco e da 5 assessori, che possono essere scelti fra i consiglieri comunali o anche al di fuori (i cosiddetti “assessori esterni”). Se un consigliere viene nominato assessore, deve dimettersi dal Consiglio e lasciare il posto a chi era dopo di lui fra i non eletti della sua lista.

Guida al voto: 20 cose che devi sapere
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento