Sport
stampa

La Lpm con un piede e mezzo in A2

Settimo rinuncia alla categoria, Puma vicino al ripescaggio.

La Lpm con un piede e mezzo in A2

Il ricordo della bruciante retrocessione maturata sul campo, al termine del primo Campionato di serie A2 della storia della Lpm Pallavolo Mondovì, è ancora ben vivo negli occhi e nel cuore dei tanti tifosi monregalesi. Se il Puma si è dovuto “arrendere” alla classifica dopo una stagione particolarmente tribolata, però adesso, con il passare dei giorni, la possibilità di un ripescaggio nella seconda serie nazionale diventa sempre più concreta.

Quanti forfait in arrivo nella prossima A2
Già poco dopo la retrocessione, con l’allargamento della prossima A2 a 20 squadre (due gironi da 10), la riconferma nella categoria sembrava probabile. Alla luce degli ultimi sviluppi, le possibilità di rivedere le rossoblù sul taraflex del PalaManera nello stesso Campionato appena concluso aumentano in maniera considerevole, specialmente dopo la notizia che la Lilliput Settimo non prenderà parte alla prossima A2. La formazione torinese allenata dall’ex Lpm Maurizio Venco infatti, dopo aver raggiunto una tranquilla salvezza, la scorsa settimana ha annunciato che non si iscriverà più al Campionato, ma che ripartirà invece dalle serie inferiori, visti gli enormi costi di gestione per mantenere una squadra nelle categorie nazionali. Il presidente della Lilliput ha infatti dichiarato: «Abbiamo deciso di fare un passo indietro per farne due avanti. Ora aspettiamo di avere un palazzetto tutto per noi, che sarà pronto tra un paio di anni. Inoltre – ha concluso il numero uno del team torinese – non ha senso spendere centinaia di migliaia di euro per arrivare a metà classifica in un torneo con poca visibilità». Ovviamente l’esclusione di Settimo lascia almeno uno spazio vuoto nello scacchiere della prossima Serie A2 e la Lpm Mondovì ha già fatto domanda di ripescaggio, come annunciato subito dopo la conclusione della stagione sia dal presidente Alessandra Fissolo sia dal direttore sportivo Paolo Borello. In più ci sarebbero almeno sei o sette squadre con grosse difficoltà ad iscriversi alla prossima A2.Olbia, Caserta e la neopromossa Messina starebbero pensando seriamente di rinunciare, così come Bolzano rischierebbe di scomparire dalla A1, con conseguente ripescaggio di un’altra squadra dalla A2, che quindi lascerebbe un altro spazio vuoto.

Si sogna una super squadra per la riscossa
Sul fronte “mercato” per ora non arrivano novità, dopo la rescissione del contratto con il tecnico Luca Secchi. È sicuramente difficile comporre una squadra competitiva per la serie A quando ancora non esiste la certezza di potersi poi effettivamente iscrivere al torneo, ma la Lpm è al lavoro “sottotraccia” ormai da tempo e i contatti con numerose giocatrici di livello sarebbero ormai ben avviati. Lo stesso ds Paolo Borello non nasconde di voler comporre un gruppo da subito molto competitivo, capace di lottare ad alti livelli (anche per la scelta del coach ci sarebbero in ballo nomi di primissimo livello). Tra le tante ipotesi che si fanno in questi giorni nell’ambiente è circolata con una certa insistenza anche una voce che vorrebbe con la maglia del Puma nella prossima stagione la “centralona” Floriana Bertone, monregalese, che lo scorso Campionato ha giocato in A1 a Bolzano. Floriana avrebbe già parlato con i vertici rossoblù, ma per ora ha dichiarato di non avere ancora nessuna certezza per il futuro. Tutto resta da decidere.

La Lpm con un piede e mezzo in A2
  • Currently 0 out of 5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)

Thank you for rating!

You have already rated this page, you can only rate it once!

Your rating has been changed, thanks for rating!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

You don't have access to post comment.

Effettua il Login per poter inviare un commento