Mondovì
stampa

Affondo al Comune sulle "super lavagne" al Polo scolastico: «Voleva condizionare le iscrizioni»

Durissima lettera del Consiglio di Istituto dell’I.C. Mondovì-2.

Affondo al Comune sulle "super lavagne" al Polo scolastico: «Voleva condizionare le iscrizioni»

Sette super lavagne multimediali, tutte destinate al Polo scolastico di Piazza. Era una notizia che L’Unione riportava un paio di settimane fa. Un intervento che però ora finisce nell’occhio del ciclone: perché l’altro Istituto monregalese, quello con sede all’Altipiano, ora chiede conto di quella scelta. Attaccando in pratica il Comune di avere fatto… figli e figliastri. «Non si comprende come il Comune abbia lasciato trasparire una particolare attenzione nei confronti di una scuola – stigmatizza il Consiglio di Istituto–, proprio durante la fase delle iscrizioni». E bolla l’acquisto delle lavagne con termini durissimi: «condizionamenti sulla scelta delle iscrizioni a mezzo stampa».

L’arrivo delle lavagne era stato presentato dal sindaco e dall’assessore Barello come una bella novità per gli studenti, installata proprio a gennaio. Un periodo che, secondo il Consiglio dell’altro Istituto, non sarebbe casuale: perché è in quei giorni che i genitori potevano scegliere a quale Istituto iscrivere i ragazzi. Insomma: quell’intervento, in quel periodo, sapeva di spot. Tanto che la lettera dell’IC Mondovì 2 inizia proprio precisando che è stata fatta ora perché «in tempi non sospetti, cioè a iscrizioni chiuse e quindi sicuri di non influenzare la delicata scelta della scuola secondaria di primo grado».

Il Polo scolastico di Piazza sembra una scuola destinata a vivere in perenne polemica. Un anno fa si alzava la diatriba per la scelta di collocare qui l’unica sezione della Scuola media a indirizzo musicale, chiudendo le sezioni all’Altipiano. Ora questo: «L’ente locale dovrebbe destinare analoghe risorse economiche a tutti gli istituti scolastici di ogni ordine e grado all’interno dello stesso comune e perseguire l’obiettivo di un’offerta formativa paritaria in particolare per quanto riguarda le dotazioni strumentali, come nel caso delle lavagne interattive, ma anche più in generale, riguardo alle strutture e alle condizioni in cui versano i locali che ospitano i nostri ragazzi. Non si comprende pertanto come il Comune di Mondovì abbia nei fatti lasciato trasparire una particolare attenzione nei confronti di una scuola, vale a dire del Polo scolastico di Piazza, come si è appreso dai giornali locali proprio durante la fase delle iscrizioni. Al fine di garantire un equivalente diritto agli studi, il Consiglio d’Istituto chiede quindi al Comune di fornire a tutte le scuole del territorio risposte adeguate e uniformi ai bisogni e alle richieste già segnalate da anni».

Attendiamo una risposta sul tema da parte dell'Amministrazione.

Affondo al Comune sulle "super lavagne" al Polo scolastico: «Voleva condizionare le iscrizioni»
  • Currently 0 out of 5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)

Thank you for rating!

You have already rated this page, you can only rate it once!

Your rating has been changed, thanks for rating!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

You don't have access to post comment.

Effettua il Login per poter inviare un commento