Mondovì
stampa

Mondovì: quattro ore di discussione per approvare il «documento che non c’è»

La Giunta vara il suo primo piano programmatico. Le critiche dell’opposizione.

Mondovì: quattro ore di discussione per approvare il «documento che non c’è»

Quattro ore di battibecchi, repliche, attacchi e perfino qualche legnata “fuori registro”. Mica male, se consideriamo che parliamo di un documento che – stando alle parole di più di un consigliere – «non esiste» o «non serve». Parliamo del DUP, Documento di programmazione unica: un faldone da 300 pagine che elenca le idee del sindaco e della Giunta. È stato discusso e approvato, ovviamente coi soli voti della maggioranza, la sera di giovedì 28 dicembre.

Un documento che è stato definito, nell’ordine (e non li citiamo tutti): «appesantimento burocratico di cui le Amministrazioni potrebbero fare a meno» (Elio Tomatis), «inno alla genericità» (Donatella Garello», «un “non-DUP” scarno e impalpabile» (Stefano Tarolli), «un documento che richiede un atto di fede» (Paolo Magnino), «una cosa quasi illeggibile» (Giulio Marini). In modo indiretto, Guido Teadi l’ha definito una sorta di copia-incolla del vecchio documento, e il sindaco ha sostanzialmente detto che è inutile. Gli unici che l’hanno difeso sono stati tre-quattro consiglieri di maggioranza, con in testa Mario Bovetti («un programma di ampio respiro») e Roberto Ganzinelli («questo DUP è “tanta roba”»).

Resoconto del consiglio, commenti e "pagellini" su L'Unione Monregalese del 3 gennaio 2018

Mondovì: quattro ore di discussione per approvare il «documento che non c’è»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento