Litiga col pusher e lo investe

La lite è cominciata nel bar. Uno era il “cliente”, l’altro il pusher che gli vendeva la droga.

polizia stradale

La lite è cominciata nel bar. Uno era il “cliente”, l’altro il pusher che gli vendeva la droga. Poi i due, entrambi liguri, sono usciti sul piazzale di Prato Nevoso e sono passati alle mani. Alla fine uno, il cliente, è salito sull’auto e, quando lo spacciatore gli si è parato di fronte, lo ha investito. Su entrambi adesso pende una denuncia da parte della Polizia. Un incidente che poteva trasformarsi in tragedia. La dinamica esatta è ancora al vaglio degli inquirenti.
La Polizia, in servizio a Prato, è stata avvertita da testimoni che avevano notato i due uomini che litigavano. I due protagonisti, M.T., 31 anni e B.F., 24 anni, entrambi genovesi, avevano iniziato a discutere già all’interno di un locale pubblico, per poi spostarsi nel piazzale di fronte. Forse la lite è scaturita per una questione di droga: il 31enne era infatti lo spacciatore a cui il 24enne si rivolgeva per acquistare stupefacente. A un tratto i due si sono allontanati. B.F. è salito a bordo dell’auto e ha messo in moto. Quando si è trovato davanti M.T., che forse gli si è piazzato di fronte per fermarlo, ha tirato dritto colpendolo e facendolo cadere una decina di metri più avanti, dopo una brusca frenata. Secondo la versione di B.F, il pusher si sarebbe volontariamente gettato davanti all’auto. Il parabrezza era rotto: secondo il 24enne non a causa dell’urto, ma per via di un oggetto che il 31enne gli avrebbe scagliato contro il vetro.
I poliziotti intervenuti sul posto, gli assistenti Andrea Segir e Matteo Beretta, coordinati dal sovrintendente Roberto D’Acquisto, prima hanno soccorso i due e poi, mentre i liguri venivano trasportati al Pronto soccorso dal “118” (entrambi avevano riportato contusioni, la prognosi è di una decina di giorni per entrambi), hanno cominciato ad ascoltare i testimoni, per ricostruire i fatti. Da qui è emerso il “legame” tra i due: il 31enne vendeva droga al 24enne, versione poi ammessa da entrambi. Gli agenti hanno perquisito la casa dove M.T. è domiciliato, a Franosa Soprana, trovandovi un bilancino di precisione e diversi involucri di cellophane con all’interno poco meno di 67 grammi di marijuana. L’uomo è stato denunciato per detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti; la droga è stata sequestrata. Entrambi i genovesi, visibilmente alterati dal punto di vista psicofisico, sono stati sottoposti a controlli medici e sono risultati positivi sia al test per l’uso di alcol che a quello per uso di stupefacenti. Per B.F. dunque è scattata la denuncia per guida in stato di ebbrezza. «Essere immediatamente reperibili per il cittadino che chiede aiuto è un valore aggiunto al lavoro di prevenzione e repressione che quotidianamente la Polizia compie sul territorio – precisa il dirigente della Polizia di Stato di Cuneo, Luigi Chilla –. Per questo è indispensabile che chiunque abbia anche solo un dubbio su una situazione che possa recare danno o minare la sicurezza delle persone telefoni al 113 per un intervento tempestivo».

Chirurgia Laser Difetto Visivo

Chirurgia laser per correggere il tuo difetto visivo: scopri se sei idoneo

Miopia, astigmatismo, ipermetropia, presbiopia - Non lasciare che la paura di togliere gli occhiali ti impedisca di fare le cose che ti piacciono: vieni l’8 e 19 aprile al Centro Abax di Cuneo per...

Ormea: il sindaco Giorgio Ferraris scioglie le riserve e si ricandida

Ferraris scioglie le riserve: si ricandiderà alle prossime lezioni amministrative. L’annuncio ufficiale è arrivato questa sera (lunedì 15 aprile) nel corso dell’assemblea pubblica sul bilancio di mandato, sui programmi e sui lavori in corso...

Fondazione CRC, si chiude l’era Raviola: si è dimesso oggi. «Da domani nuova sfida...

Ezio Raviola approva l'ultimo bilancio e chiude il suo mandato alla guida della Fondazione CRC: si è dimesso. Il monregalese, presidente della Fondazione dal 2022, ha depositato oggi pomeriggio le proprie dimissioni dopo l’approvazione...

Accoltellato al fianco per un pacchetto di sigarette: il caso a Mondovì

Sarebbe stata una banale discussione su un pacchetto di sigarette sparito a innescare una lite finita nel sangue, nel centro di Mondovì. L’uomo che venne colpito da una coltellata, nel novembre del 2022, ha...

Fondazione CRC, ecco il nuovo Consiglio. C’è anche l’ex segretario comunale Marina Perotti

Spunta un nuovo nome di area monregalese nel nuovo Consiglio generale della Fondazione CRC, insediatosi oggi lunedì 15 aprile: è la dottoressa Marina Perotti, già segretario comunale di Mondovì fino al luglio del 2022....
Nord Sud Castello Cigliè

Nord vs Sud: la disfida dei vini “Al Castello” di Cigliè

Venerdì scorso si è svolto il secondo appuntamento delle “4 sere Al Castello” di Ciglié, con l’intero ristorante dedicato all’evento “Bolle al buio - Sicuri di essere grandi intenditori di bollicine?”, in cui vini...