Ferrone: impianti assegnati ancora alla “Mondovì boicce”

Il Comune ha ricalcolato i punteggi delle offerte, ma non cambia quasi nulla.

Tutto come prima, nella vicenda che ruota attorno agli impianti sportivi del Ferrone. Il Comune ha ricalcolato i punteggi delle offerte, dopo aver revocato il precedente affidamento: ma il risultato non cambia, gli impianti sono stati nuovamente assegnati alla ASD “Mondovì Bocce” come era accaduto un paio di mesi fa. Una decisione che fa ancora discutere all’interno del Circolo Acli Borgo Ferrone, attuale gestore degli impianti. Il bando va a definire il gestore dell’area sportiva “Rosa Bianca” per i prossimi tre anni. Negli anni passati l’ABF, attuale gestore uscente, aveva effettuato una serie di investimenti nei campi da gioco, pagando i lavori di tasca propria. Ora così si troverà a dover finire di pagare i mutui di un Circolo che è stato assegnato a un’altra Associazione, la “Mondovì Bocce”. L’ABF aveva chiesto e ottenuto di ricalcolare i punteggi delle offerte. «Prendiamo atto del nuovo esito – commenta oggi la società –. Ci riserviamo di leggere il verbale. Abbiamo delle perplessità sulla gara, stiamo nuovamente sentendo i nostri legali».