Rotonda al Borgato: incontro fra residenti e Comune

Il pomo della discordia, l’ipotesi che ai residenti non piace, è quello di una rotatoria che andrebbe a circondare la chiesetta dell’Annunziata.

Le decine di firme sono servite almeno a fare il primo passo, sedersi a un tavolo e discutere faccia a faccia. E anche a pianificare la mossa successiva: un sopralluogo al Borgato, lì dove dovrebbe sorgere la nuova rotonda fra via Vecchia di Frabosa e via Vecchia di Monastero. Il pomo della discordia, l’ipotesi che ai residenti non piace, è quello di una rotatoria che andrebbe a circondare la chiesetta dell’Annunziata.
Dell’intera vicenda abbiamo parlato la scorsa settimana. Sabato 31 maggio l’assessore ai lavori pubblici, Enrico Rosso, ha incontrato alcuni residenti del rione, promotori della petizione. Con la raccolta firme, che ha superato le 50 sottoscrizioni, i borgatesi esprimono la loro ferma contrarietà alla “rotonda di clausura”. Non contestano l’utilità della rotonda, perché l’incrocio è chiaramente “a rischio”: ma preferirebbero una soluzione diversa, come quella di una rotatoria a raso di fronte alla cappella. «Quello di sabato è stato un incontro molto sereno – commenta l’assessore Rosso –, in cui si è fatto il punto della situazione. Non si è ovviamente deciso nulla, ma abbiamo aperto un dialogo». I tempi? «Difficile stabilirli. L’intervento è necessario ma pondereremo attentamente prima di prendere una decisione. La prossima settimana effettueremo un sopralluogo sul posto con personale della Polizia locale».
Soddisfatti i borgatesi: «L’incontro è stato sicuramente positivo – ci dice uno dei promotori della raccolta firme –, e siamo soddisfatti di aver avuto occasione di confrontarci faccia a faccia col Comune. Ci è stato spiegato che la rotonda a raso richiederebbe non solo l’acquisto di una porzione di terreno, ma anche un intervento di consolidamento di una parte del terreno, ma crediamo comunque che il Comune possa trovare i fondi necessari. Anche se la chiesetta coprirebbe in parte la visibilità per chi si immette nella rotatoria, l’effetto sarebbe comunque quello di far rallentare chi vi si immette. È poi emersa anche l’ipotesi di realizzare una rotatoria più a monte, andando a “rimodellare” i giardinetti. Aspettiamo il sopralluogo».



Scopri anche

video

Rai1: “L’Eredità” parla delle bocce quadre di Mondovì

«In quale gara, a Mondovì, hanno trionfato la coppia padre figlio?». La domanda di Flavio Insinna a "L'Eredità", su Rai 1, guarda allo "sport cubico" della nostra città. La risposta (azzeccata dal concorrente) non...

I mezzi storici dei Vigili del fuoco esposti per “Santa Barbara” – FOTO E...

A Cuneo, in piazza Galimberti, ieri i Vigili del Fuoco hanno celebrato la patrona Santa Barbara con dimostrazioni ed esposizione dei mezzi storici.  

Carrù, addio alla prof. Liliana Rabbia: insegnò a generazioni di studenti

È mancata, all'età di 87 anni e dopo una breve malattia, Liliana Rabbia. Professoressa in pensione, a Carrù insegnò italiano a generazioni di studenti. In tanti la ricordano con affetto in paese. Con il...

Auto fuori strada a Barolo: grave 50enne

Incidente stradale a Barolo, nella mattinata di oggi (domenica 4 dicembre). Secondo le prime informazioni, un'auto è finita fuori strada e un uomo di 50 anni è stato portato in gravi condizioni ("codice rosso")...