Pier Vittorio Vietti è il presidente di Bene Banca

Dopo un anno di Amministrazione straordinaria, la situazione torna alla normalità.

Il Commissario straordinario, dottor Giambattista Duso, ed il Comitato di sorveglianza hanno formalmente riconsegnato Bene Banca, sottoposta dal 26 aprile dello scorso anno alla procedura di Amministrazione straordinaria, al nuovo Consiglio di Amministrazione eletto dall’Assemblea ordinaria dei soci il 18 maggio di quest’anno. Data storica per l’istituto che dal 1897 è al servizio del suo territorio ed alla cui crescita responsabile e sostenibile la nuova Amministrazione dovrà rivolgere i propri sforzi. Nella sua prima seduta l’organo amministrativo composto da Pier Vittorio Vitti, Claudia Borra, Elia Dogliani, Guglielmo Giriodi di Monastero, Filippo Monge, Elio Panero, Sonia Piumatti, Marco Taricco e Nicoletta Ughetto ha eletto come presidente il dottor Pier Vittorio Vietti che rimarrà in carica fino all’assemblea di approvazione del bilancio 2016. Si ritorna quindi alla gestione ordinaria dopo mesi difficili durante i quali soci, clienti e dipendenti non hanno perso fiducia nell’istituto ma hanno creduto nel prezioso lavoro svolto dal Commissario straordinario, dal Comitato di sorveglianza composto dal professor Giovanni Ossola, dall’avvocato Roberto Ghio e dall’ avvocato Renato Martorelli oltreché dal dottor Riccardo Massaro direttore generale dell’istituto, già consulente incaricato da Banca d’Italia. Il nuovo presidente e tutti gli Amministratori, espressione della volontà della compagine sociale, condividono responsabilmente la carta dei valori del credito cooperativo che all’articolo 2 recita: obiettivo del Credito Cooperativo è produrre utilità e vantaggi, è creare valore economico, sociale e culturale a beneficio dei soci e della comunità locale e “fabbricare” fiducia. Da qui si riparte.