Incidente mortale sulla Statale 28

Un altro incidente, domenica pomeriggio sulla SS 28, ha scosso la valle Tanaro

Un altro incidente, domenica pomeriggio sulla SS 28, ha scosso la valle Tanaro. Erano le 17 circa quando Elio Boccato, 63 anni, di Sanremo, a bordo della sua “500”, poco dopo Priola al Km 74+100 del Comune di Garessio, località Piangranone, invade la carreggiata opposta, forse a causa di un malore, e tampona l’Alfa 156 di C. O., 68 anni del Torinese (originario di Garessio) in viaggio verso Ceva. L’Alfa attraversa la corsia di senso opposto e si infossa tra l’erba. La “500”, invece, continua la sua corsa contromano imbattendosi nella “Bmw” di M. V., 49 anni, residente a Savona e proprietario di una casa a Garessio. Insieme a M. V., alla guida della vettura, sul lato passeggero c’è un diciassettenne. Il frontale è violento, il serbatoio della “500” esplode e le vetture prendono fuoco. Sul luogo arrivano immediatamente: “118” di Garessio e, appena allertati, i Vigili del fuoco di Garessio e Mondovì, quindi i Carabinieri di Bagnasco e Garessio e la Polizia municipale di Garessio. Per Elio Boccato, unico a bordo della “500”, forse morto sul colpo, non c’è nulla da fare. Domato l’incendio, il suo corpo carbonizzato verrà estratto tagliando le lamiere dell’auto e poi composto nella camera mortuaria dell’Ospedale di Ceva. M. V. e il diciassettenne della “Bmw”, salvati dalle fiamme, verranno portati con l’elisoccorso all’Ospedale di Cuneo. Il conducente dell’Alfa sarà invece trasportato in ambulanza all’Ospedale di Mondovì dove, la mattina dopo, verrà dimesso. Dimissioni anche per il minorenne. Le condizioni del quarantanovenne M. V., ancora ricoverato al “Santa Croce”, paiono in miglioramento: ha riportato fratture ma non è in pericolo di vita.