Cambio della guardia in Protezione civile a Dogliani

Passaggio di consegne in Protezione civile a Dogliani: Attilio Pecchenino ha lasciato il ruolo di coordinatore a Gianni Picco.

Passaggio di consegne in Protezione civile a Dogliani: Attilio Pecchenino ha lasciato il ruolo di coordinatore del Gruppo comunale a Gianni Picco. «Un percorso di vita iniziato nel 2004 – spiega Pecchenino –. Non posso dimenticare le difficili fasi iniziali, ma è stata un’enorme soddisfazione essere riuscito nell’intento prima di costituire e poi di trascinare il Gruppo in questo lungo cammino fino a farlo crescere ed a raggiungere risultati eccellenti, come, ad esempio, la predisposizione del Piano di Protezione civile, frutto di un intenso lavoro durato anni grazie all’insegnamento del gen. Vito Bruno e con la collaborazione dell’Ufficio tecnico e di tutti i componenti della nostra fantastica Commissione sopralluoghi. Un grazie particolare al sindaco Chionetti e all’assessore Ferrero con i quali abbiamo avuto una vera e propria trasformazione e crescita». Ma ora è venuto il tempo di passare la mano: «Dopo dieci anni di intensa attività – continua Pecchenino – desidero ringraziare il Coordinamento volontari di Cuneo, gli assessori provinciali ed in particolare tutti i volontari di Dogliani per il prezioso lavoro svolto ed in ultimo della fiducia che mi hanno ancora dato nella riunione del 5 giugno scorso e per avermi chiesto di continuare. Continuerò a far parte del Gruppo a supporto del nuovo coordinatore e della Commissione sopralluoghi come pure dei Volontari del soccorso, tutto per dare un mio piccolo contributo a servizio della comunità». Ed ora tocca a Gianni Picco: «Ringrazio tutti i volontari per la fiducia nei miei confronti – dice il nuovo coordinatore –, in particolar modo Attilio Pecchenino, che in questi 10 anni ha saputo guidare il Gruppo in modo impeccabile, senza di lui non saremmo mai arrivati a raggiungere gli ottimi risultati ottenuti. Con questo non vuol dire che Attilio abbandoni il gruppo, anzi resterà all’interno come volontario e, come sempre, sono sicuro che sarà di ottimo aiuto in qualsiasi circostanza. Un altro ringraziamento va all’assessore uscente Barbara Ferrero, che pure lei in questi anni ha dato il suo contributo per il gruppo e continuerà nel cammino della Protezione civile».

Funamboli: dopo Facchetti e Veltroni, anche Debora Sattamino fra i protagonisti

Tre appuntamenti per la terza settimana di maggio. Inizia così, con un tris di imperdibili incontri, l’edizione 2024 del Festival Funamboli – Parole in equilibrio, organizzato dall’associazione culturale Gli Spigolatori. La tematica di quest’anno,...

Il ritorno di Luca Zingaretti sul palco di Dogliani. Terzo giorno del Festival della...

Domenica 26 maggio, si chiude il Festival della tv di Dogliani. Dopo due giorni di incontri, con la presenza di numerosi ospiti di grande interesse, anche la giornata conclusiva si preannuncia ricca di spunti. Enrico...

Francesca Fagnani a Dogliani parla di “mafia Capitale” al Festival della TV – LE...

Dopo l'ottimo successo di pubblico della giornata inaugurale (venerdì 24 maggio) domani, sabato 25 maggio, si entra nel vivo del "Festival della tv" di Dogliani, con un intenso programma e tanti ospiti di caratura...

“Funamboli”: oggi protagonista la tradizione culinaria con Debora Sattamino

Continua il festival "Funamboli" a Mondovì, organizzato dall'Associazione Culturale "Gli Spigolatori". Sabato 25 maggio, alle ore 17, spazio alla grande tradizione culinaria ed enogastronomica del nostro territorio con la giornalista monregalese Debora Sattamino. Debora,...

Far emergere la solidarietà con l’arte: il viaggio di “Smartina e l’Amica Infame”

«Nel mio piccolo paese se c'era un malato la comunità se ne faceva carico. Oggi in ambulatorio sento tanti racconti di porte chiuse. Sta aumentando la solitudine. Anche attraverso l'arte vorrei tornare a far...
Festa fioritura Baita Elica

Domenica la Festa della fioritura a Baita Elica

In questi giorni sul monte Pigna si verifica un fenomeno naturale di straordinario fascino: la sua cima si imbianca, non per le precipitazioni nevose, ma per la fioritura dei narcisi. Il candido fiore ricopre...