Peveragno piange la scomparsa di Rita Viglietti

Si è spenta a 69 anni la fondatrice della Compagnia del Birùn. Il ringraziamento dei soci.

Un grave lutto ha colpito la scorsa settimana l’intera comunità peveragnese, molto addolorata dalla scomparsa di Rita Viglietti, 69 anni, conosciuta in tutta la provincia, fondatrice e presidente della famosa “Compagnia del Birùn”, Associazione culturale e teatrale. La signora Viglietti è morta mercoledì all’Ospedale di Robilante, dove era ricoverata a causa di un brutto male, e inevitabilmente ha lasciato un grande vuoto. Originaria di Peveragno e maggiore di quattro fratelli, insegnò lettere alle Medie del suo paese e successivamente all’Istituto “Grandis” di Cuneo e a Torino. Da sempre impegnata nell’organizzazione di progetti ed eventi culturali, nel 1991 fondò la “Compagnia del Birùn”, un movimento ancora oggi in grande crescita, che negli anni è diventato autentico caposaldo nel campo della promozione culturale. Venerdì la “Compagnia del Birùn” ha diffuso ai mezzi di informazione questa nota: «La nostra presidente Rita Viglietti è partita. Per l’ultima volta. E a noi pare di vederla pipa in bocca, fazzoletto al collo e scarponcini camminare “in una valletta amena in cui il sole indarno il chiaro dì vi mena”. Buon viaggio, Rita, e grazie per essere stata la nostra guida e il nostro esempio. In ogni iris che hai piantato a San Giorgio o all’Ambrosino o in una viasola, anche la più sperduta, rivedremo la tua generosità, il tuo senso civico e il tuo amore per il bello che ci hai saputo insegnare anche con questi semplici gesti. A testimonianza della tua passione e del tuo impegno rimaniamo noi a cui in questi ventitre anni, da quando hai fondato e presieduto la Compagnia, hai regalato un punto di riferimento e un’occasione di crescita e di orgoglio». Durante i funerali, che sono stati celebrati nella parrocchiale di Santa Maria, venerdì pomeriggio, i soci della Compagnia hanno indossato una delle magliette dei vari spettacoli prodotti, per rendere visibili a tutti i frutti della sua passione e del suo impegno.



Scopri anche

Camionista si ferma sull’A6 a Mondovì e trova 11 migranti nascosti nel rimorchio

Undici giovani erano nascosti nel rimorchio di un camion. L'autista, un autotrasportatore portoghese, se ne è accorto questa mattina sull'A6 Torino-Savona all'altezza della stazione di servizio di Mondovì in direzione del capoluogo piemontese. Sul...

Mondovì domani svela le illuminazioni natalizie

Figure a led nelle piazze e persino illuminazioni proiettate sulle chiese della città - come quella che si vede nella foto, della parrocchiale di Sant'Anna Avagnina. Domani, martedì 6 dicembre, con una conferenza stampa...

Girasoli e “merenda sinoira” a Farigliano: in onda il servizio di “Mag” su Italia1

La sera di domenica 4 dicembre, dopo “Studio Aperto”, su Italia1, all’interno della rubrica “Mag”, è andato in onda un servizio realizzato quest’estate a Farigliano. Le telecamere di Mediaset hanno raccontato il rito della...
video

Rai1: “L’Eredità” parla delle bocce quadre di Mondovì

«In quale gara, a Mondovì, hanno trionfato la coppia padre figlio?». La domanda di Flavio Insinna a "L'Eredità", su Rai 1, guarda allo "sport cubico" della nostra città. La risposta (azzeccata dal concorrente) non...