Droga: arrestato panettiere di Mondovì

Un "casuale" ingresso di numerosi soggetti, noti ai Carabinieri quali assuntori di stupefacenti, sempre nella medesima panetteria. Non era la spesa del giorno, ma un rifornimento di altro tipo.

Secondo l’accusa, c’era un vero e proprio giro di clienti che compravano la droga assieme a biove e rubatà. Fin quando i Carabinieri non sono intervenuti con un blitz, la scorsa settimana: G.R. (47 anni di Mondovì, con precedenti specifici) è stato arrestato. Gli uomini dell’Arma avevano notato un “frequente” ingresso di numerosi soggetti, noti consumatori di sostanze stupefacenti, nella sua panetteria di Breo. Non per la spesa del giorno, ma per un altro tipo di rifornimento. Ma l’avvocato difensore contesta interamente la versione dei fatti fornita dalla Procura di Cuneo.

Oggi il titolare si trova ai domiciliari (convalida già avvenuta presso il Tribunale di Cuneo) con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio. Sulla vetrina del negozio sono affissi i sigilli del sequestro giudiziario e un cartello su cui sta scritto “chiuso per indisposizione”. La clientela “anomala” della panetteria, dicono i Carabinieri, era stata notata durante alcuni controlli nella serata di giovedì: controlli mirati a soggetti frequentanti il centro di Mondovì di potenziale interesse operativo per l’assunzione di stupefacenti. Nel contesto del servizio veniva notato il frequente ingresso in quel negozio. Così gli uomini del Nucleo Operativo hanno effettuato una perquisizione del negozio, trovando alcune decine di grammi di marijuana, semi e un bilancino per misurare le dosi. Altra sostanza è stata rinvenuta negli appartamenti del 47enne. «Il panettiere aveva di fatto “implementato” la propria tabella merceologica per i suoi clienti più “affezionati” – spiega il capitano Raffaello Ciliento, comandante della Compagnia di Mondovì –. Pare si sia giustificato per questa “nuova forma di offerta commerciale” affermando che era legata ai minori incassi per la vendita di pane derivante dal momento di crisi economica». Sono in corso ulteriori approfondimenti da parte della magistratura.

L’arrestato, tramite il suo legale, smentisce l’esistenza di un “giro” di clienti: «Contestiamo interamente la ricostruzione dei fatti presentata dagli inquirenti – dichiara l’avvocato difensore, il legale monregalese Rocco Sardo – e siamo pronti a chiedere il dissequestro del negozio, a nostro avviso non c’è alcuna ragione per ordinare la chiusura del locale».

Scopri anche

Il Natale a Mondovicino: un mese di meraviglie per tutta la famiglia

Mentre la stagione natalizia si avvicina e avvolge la città con il suo caldo abbraccio, Mondovicino Shopping Center & Retail Park si prepara a diventare il cuore pulsante del divertimento e delle festività, offrendo...

Accensione dell’albero di Natale a Villanova M.vì

Ha voluto augurare "Buon Natale" così l'amministrazione comunale, con l'accensione dell'albero posto davanti alla chiesa di San Lorenzo, insieme ai canti natalizi del coro "Una voce per Giulia" e la cioccolata calda preparate dal...

Ingresso di Padre Marco a Niella Tanaro

Chiesa gremita a Niella Tanaro nel pomeriggio di venerdì 8 dicembre, per l'ingresso in Parrocchia di padre Marco Pagliccia. Il sacerdote, della Congregrazione dell’Oratorio di San Filippo Neri, subentra nell'incarico di parroco...
Fiera del Bue grasso

Fiera del Bue grasso… a Carrù sta per tornare la magia

“Che bel pais, ardimentos, grassios e rich a l’è Carù”. Scriveva così nella sua “Canzone del Bue Grasso” il maestro Luigi Borra (straordinario ed eclettico personaggio che sapeva far bene il decoratore, il pittore,...

Diodoro Fusco, presidente dei Carabinieri in congedo di Mondovì, insignito commendatore

Nella cerimonia svoltasi ieri, giovedì 7 dicembre, a Cuneo in Sala San Giovanni, alla presenza del prefetto di Cuneo dottoressa Fabrizia Triolo, sono state consegnate le Onorificenze dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, conferite...
madonnina venduta maggioranza alloggi

“Madonnina”: già venduta la maggioranza degli alloggi – LE FOTO

Nove piani, dieci con il mega-attico. La vista, da lassù, non ha paragoni a Mondovì: c’è quasi l’intera città lì sotto, la si vede tutta, dal Borgato all’area artigianale. È la “nuova Madonnina”, con...