Castello di Casotto: si coinvolgano la valle Tanaro e il Monregalese

Un’agenda ricca di appuntamenti quella del sindaco di Garessio, alcuni sulle questioni collegate al fallimento Marachella

Un’agenda ricca di appuntamenti quella del sindaco di Garessio, alcuni sulle questioni collegate al fallimento Marachella. Nelle settimane scorse Di Steffanno ha incontrato “Anonima srl”, società a cui il gruppo torinese in fallimento ha trasferito la gestione della stazione sciistica che si aggiudicò a fine 2012 e poi l’Assessorato al Patrimonio della Regione Piemonte per fare il punto, in quest’ultimo caso, sul castello di Casotto. Presenti all’incontro a Torino anche l’assessore Pierpaolo Dani e il sindaco di Ormea Giorgio Ferraris. Nell’estate 2012 Marachella Gruppo si era aggiudicata, per trent’anni, la gestione della correria – in cui poi avviò l’allevamento di asine di razza ragusana – e della residenza sabauda, escluso il piano museale. «Il cinque luglio 2013 – spiega il sindaco Di Steffano – Comune e Regione, ente proprietario del maniero, siglarono una convenzione della durata di un anno che prevedeva a carico del Comune, senza onere per la proprietà, pulizia del castello, custodia e vigilanza degli arredi restaurati e ricollocati nel castello». «Con lettera del 4 agosto la Regione ci ha chiesto di rinnovare questa convenzione per un anno – continua – in attesa di definire la questione con Marachella e rifare il bando per una gestione vera e propria, procedendo anche ad alcuni interventi ancora da ultimare». All’incontro a Torino «abbiamo chiesto garanzie e il coinvolgimento dei Comuni delle costituende Unioni montane dell’Alta Val Tanaro e del Monregalese, da Pamparato a Vicoforte interessati almeno quanto noi». «L’appoggio degli altri Comuni, con cui intendiamo confrontarci al più presto, è fondamentale – precisa Di Steffano –. La Regione dovrebbe venirci incontro anche sulle spese di custodia e fornirci un serio piano di rilancio turistico del castello. Al momento non abbiamo firmato alcun rinnovo. Ci saranno altri incontri». Sul contratto di affidamento al Gruppo torinese fallito: «Stiamo aspettando dalla Regione di poterne prendere visione. L’aggiudicataria ha poi trasferito l’allevamento di asine in correria in capo all’azienda agricola Coluè che, a sua volta, ha affittato detta attività a “Honky Donky - HD sarl” con sede a Diano d’Alba. Anche se in Regione pare non risulti il subentro delle successive società». 

Chirurgia Laser Difetto Visivo

Chirurgia laser per correggere il tuo difetto visivo: scopri se sei idoneo

Miopia, astigmatismo, ipermetropia, presbiopia - Non lasciare che la paura di togliere gli occhiali ti impedisca di fare le cose che ti piacciono: vieni l’8 e 19 aprile al Centro Abax di Cuneo per...

Ormea: il sindaco Giorgio Ferraris scioglie le riserve e si ricandida

Ferraris scioglie le riserve: si ricandiderà alle prossime lezioni amministrative. L’annuncio ufficiale è arrivato questa sera (lunedì 15 aprile) nel corso dell’assemblea pubblica sul bilancio di mandato, sui programmi e sui lavori in corso...

Fondazione CRC, si chiude l’era Raviola: si è dimesso oggi. «Da domani nuova sfida...

Ezio Raviola approva l'ultimo bilancio e chiude il suo mandato alla guida della Fondazione CRC: si è dimesso. Il monregalese, presidente della Fondazione dal 2022, ha depositato oggi pomeriggio le proprie dimissioni dopo l’approvazione...

Accoltellato al fianco per un pacchetto di sigarette: il caso a Mondovì

Sarebbe stata una banale discussione su un pacchetto di sigarette sparito a innescare una lite finita nel sangue, nel centro di Mondovì. L’uomo che venne colpito da una coltellata, nel novembre del 2022, ha...

Fondazione CRC, ecco il nuovo Consiglio. C’è anche l’ex segretario comunale Marina Perotti

Spunta un nuovo nome di area monregalese nel nuovo Consiglio generale della Fondazione CRC, insediatosi oggi lunedì 15 aprile: è la dottoressa Marina Perotti, già segretario comunale di Mondovì fino al luglio del 2022....
Nord Sud Castello Cigliè

Nord vs Sud: la disfida dei vini “Al Castello” di Cigliè

Venerdì scorso si è svolto il secondo appuntamento delle “4 sere Al Castello” di Ciglié, con l’intero ristorante dedicato all’evento “Bolle al buio - Sicuri di essere grandi intenditori di bollicine?”, in cui vini...