“Tanaro amico”. A vent’anni dall’alluvione

 Esercitazione di Protezione civile, con almeno cento gruppi ed oltre 1.500 volontari in azione, nel week end

La Valle Tanaro il prossimo fine settimana ospiterà un appuntamento importante a valenza provinciale, per quanto riguarda la Protezione civile per testare, attraverso le esercitazioni sul territorio, le capacità di prevenzione che il sistema ha maturato in questi ultimi 20 anni dopo la gravissima alluvione del 1994 che ha colpito il Piemonte. “Tanaro Amico 1994-2014, vent’anni di prevenzione”, è il titolo della “due giorni” di esercitazioni, che sono previste sabato e domenica prossimi nei territori di Ceva, Bagnasco, Priola e Nucetto. 1.500 saranno le persone che lavoreranno in due giorni in Val Tanaro e più di 100 i gruppi di Protezione civile interessati. Domenica alle 11 al Parco dei Gurei la commemorazione che vedrà la partecipazione di tutti i sindaci del territorio e di molte autorità regionali tra cui l’assessore Alberto Valmaggia, il presidente della Provincia in quegli anni Giovanni Quaglia, il commissario attuale Giuseppe Rossetto, il responsabile del Coordinamento di Protezione civile Roberto Gagna. Atteso Franco Barberi responsabile del Dipartimento nazionale di Protezione civile nel 1994.
“L’esercitazione – spiegano gli organizzatori – è incentrata sulle attività di prevenzione e mitigazione del rischio del territorio, mediante manutenzione ordinaria lungo alcuni corsi d’acqua di rilevanza regionale, consistenti in pulizia d’alveo e conservazione delle sponde, taglio selettivo di vegetazione limitante il corretto deflusso delle acque. L’esercitazione è anche l’occasione per un momento formativo e di verifica, in aula e sul campo, dell’applicazione delle più adeguate misure di autoprotezione individuale e dell’uso corretto di materiali e attrezzature in situazioni similari. Ciò avverrà anche mediante il coinvolgimento come “Tutors” degli operai forestali della Regione Piemonte che, nei giorni dell’esercitazione, trasmettono ai volontari, in virtù della propria esperienza e professionalità, le più adeguate tecniche e modalità teorico-pratiche di approccio agli interventi di manutenzione previsti, nel rispetto delle prescrizioni di sicurezza necessarie”.
Anche i Comuni di Alba e Mondovì saranno interessati dall’evento e insieme ai Comuni della Valle Tanaro saranno impegnati in un’estesa esercitazione di prevenzione lungo l’asta del fiume Tanaro e dei suoi affluenti con circa 900 volontari e numerosi mezzi: 200 fuoristrada, 30 mezzi di supporto, (autocarri, cippatori, escavatori, benne), 130 motoseghe e 65 decespugliatori.
L’operazione coordinata dal Settore Protezione civile e Sistema Antincendi Boschivi della Regione Piemonte è parte delle iniziative promosse su tutto il territorio per commemorare l’evento alluvionale del 94. «Attendiamo tantissime persone – spiega il sindaco di Nucetto Ivo Debernocchi – per un appuntamento che rivesteuna grande valenza e una grande portata. Intenso il lavoro dei nostri volontari per far funzionare tutto al meglio».
Dopo gli interventi di domenica sempre al Parco dei Gurei la giornalista de “La Stampa” Paola Scola presenterà il suo libro “Eroi nel fango” incentrato proprio sui terribili momenti dell’alluvione e sui vent’anni che la seguirono. «Le squadre operative sul territorio di Priola – aggiunge il capogruppo Igor Parodi – saranno destinate ai cantieri individuati lungo l’alveo del fiume Tanaro, in prossimità dei ponti di Casario e di Pianchiosso. Si interverrà anche per pulire il rio “Buon Consiglio”. Preventiviamo circa 150 persone attive sul territorio».
«Saremo presumibilmente 100-120 volontari in tutto – racconta il capogruppo di Bagnasco nonché assessore Mario Parodi – destinati ai cantieri allestiti nel tratto tra il ponte San Sebastiano a monte e a valle e presso il ponte “di Costanzo” sempre a monte e a valle. Provvederemo a tagliare tronchi lungo l’alveo del Tanaro. Nel cantiere del ponte costruito grazie al sostegno di Maurizio Costanzo, le operazioni di pulitura saranno agevolate dall’utilizzo di una teleferica»



Scopri anche

Gli abiti delle donne vittime di violenza: la mostra si sposta a Piazza

«Era un mio compaesano, mi ospitava perché nona avevo casa. Ogni volta che la moglie usciva, mi violentava». «Quando siamo arrivati nel parcheggio, ha chiuso tutte le porte dell'auto: e mi ha stuprata». «Quel...

Ubriaco, ruba un’auto a Carrù e la abbandona a Farigliano: due anni di pena

Si era introdotto in un cortile a Carrù nella notte del 13 luglio di tre anni fa. Qui si era impossessato dell’Audi che era parcheggiata con le chiavi inserite nel quadro. I carabinieri avrebbero...

Arriva la neve, l’Arpa dirama l’allerta gialla per Mondovì e Val Tanaro

Allerta gialla per neve nella giornata di domani, di sabato 3 dicembre. Arpa Piemonte ha diramato oggi alle 13 il bollettino, che ha valenza 36 ore. Per la zona F (Mondovì e Valle Tanaro)...