Prostituzione minorile: monregalese nei guai

Operazione della Squadra mobile: otto misure cautelari ai danni di persone accusate di sfruttamento della prostituzione minorile. Erano i clienti di una ragazza che si "vendeva" per pagarsi la droga.

Era stata una sua amica a farle venire “l’idea”. Fissava gli incontri via internet o sms, usando anche i social network: così i “clienti” contattavano la più giovane e lei, all’epoca minorenne, prendeva da loro i soldi per comprarsi la droga. Oppure direttamente la sostanza, hashish o cocaina. In otto sono finiti nella rete della Squadra mobile di Cuneo: fra questi c’è anche un uomo residente in un paese del Monregalese. Le misure cautelari sono state emesse dal gip di Torino: sei fra i clienti vivono in provincia di Cuneo, uno nel Torinese e uno nell’Astigiano. Oltre a loro sono state perquisite tre altre persone indagate nell’inchiesta.

I fatti oggetto dell’indagine si riferiscono al periodo tra il dicembre 2012 e il gennaio 2014. La ragazza, oggi maggiorenne ma all’epoca diciassettenne, aveva iniziato a “vendersi” proprio per procurarsi la droga. All’Ufficio minori di Torino giunse una segnalazione, e partirono le indagini, svolte dal personale di questa Squadra mobile e coordinate dalla Procura di Torino. La ragazza aveva cominciato sotto suggerimento di una amica più grande, a cui aveva raccontato di aver bisogno di soldi: era lei a procacciare i “clienti”, gestiva e organizzava gli incontri con gli uomini. Gli appuntamenti avvenivano nelle auto e nelle abitazioni dei clienti e, molto spesso, a casa di un amico delle due giovani che metteva a loro disposizione le sue stanze dietro il versamento di una somma di denaro. La Mobile ha individuato i clienti uno per uno: sei uomini adulti residenti in provincia di Cuneo, uno in provincia di Torino e uno in provincia di Asti. Tutti i soggetti coinvolti, così come la vittima, sono cittadini italiani. Uno è in carcere, quattro sono ai domiciliari e tre sottoposti all’obbligo di firma. Nel corso delle perquisizioni personali e locali è stato rinvenuto e sottoposto a sequestro materiale informatico, telefoni cellulari e sostanza stupefacente (marjuana).

RI-FONDAZIONI: Raviola in SP, Gola in CRC e Robaldo punta al “tris”

Le ruote hanno girato in meno di 24 ore. «Mi lascio alle spalle otto anni di impegno in CRC e si apre una nuova sfida in Compagnia San Paolo». Lunedì 15 aprile Ezio Raviola...
Fondazione CRT Roberta Ceretto

Fondazione CRT, entra Roberta Ceretto. Fumata nera per Paolo Adriano

Non sempre si può vincere, si cantava anni fa. Entra in Fondazione CRT Roberta Ceretto, imprenditrice del vino: a Luca Robaldo non riesce il "tris perfetto", la nomina di Paolo Adriano non è andata...

Alta velocità sulla Pedaggera: nuove colonnine per autovelox a Murazzano

Il Comune di Murazzano ha posizionato nuove postazioni temporanee di controllo della velocità sul territorio di sua competenza. Nei mesi scorsi, in un’ottica di prevenzione sulla sicurezza stradale, a seguito di confronti con i...

La ministra Daniela Santanché a Vicoforte visita il Santuario

Tappa monregalese per la ministra del Turismo Daniela Santanché, che oggi (venerdì 19 aprile) è attesa a Fossano per un convegno sul turismo organizzato dal suo partito, Fratelli d'Italia. Ad accoglierla a Vicoforte, davanti...

Stasera al Liceo torna la “Notte del Classico”

Venerdì 19 aprile dalle ore 18 in poi, nei locali del Liceo “Vasco-Beccaria-Govone” di Mondovì, si terrà la X edizione della “Notte del Classico”, ideata dal prof. Rocco Schembra, che negli anni ha visto...
Nord Sud Castello Cigliè

Nord vs Sud: la disfida dei vini “Al Castello” di Cigliè

Venerdì scorso si è svolto il secondo appuntamento delle “4 sere Al Castello” di Ciglié, con l’intero ristorante dedicato all’evento “Bolle al buio - Sicuri di essere grandi intenditori di bollicine?”, in cui vini...