Mondovì, lutto per la scomparsa di Davide Ghirardi

E' venuto a mancare nella notte fra sabato 25 e domenica 26 ottobre Davide Ghirardi, ex consigliere comunale del Centrosinistra di Mondovì e attualmente presidente regionale di Slow Food.

E' venuto a mancare Davide Ghirardi, ex consigliere comunale del Centrosinistra di Mondovì e attualmente presidente regionale di Slow Food. Ghirardi aveva 41 anni (nella foto, al centro, assieme al Direttivo regionale di Slow Food). Lascia la moglie Silvia con i due bambini Andrea e Viola e i genitori Enza e Michele. Il male con cui lottava da tempo, che negli ultimi mesi si era aggravato, lo ha ucciso nella notte fra sabato 25 e domenica 26 ottobre. Si trovava nella casa dei suoi genitori.

Ghirardi era attualmente presidente di Slow Food Piemonte e Valle D'Aosta, era nella Condotta monregalese dal 2006. Ma la maggior parte delle persone a Mondovì lo conoscevano per il suo impegno politico, che coltivava con una passione incredibile fin dal 1995: uomo di sinistra da sempre, fu partecipante attivo fino a pochi anni fa prima nei DS, poi nell'Ulivo e infine nel PD. Per due volte ricoprì l'incarico di consigliere comunale fra i banchi di minoranza: la prima dal 2002 al 2007, sindaco Rabbia, e la seconda dal 2008 al 2010, subentrando a Enrico Ferreri durante la prima Amministrazione di Stefano Viglione, a fianco di Paolo Magnino e Stefano Tarolli. E' stato componente delle segreteria provinciale dei DS dal 2001 a l 2007 e segretario di sezione a Mondovì, responsabile comunicazione ed enti locali a livello provinciale. Membro del PD fin dalla nascita del partito, ha ricoperto la carica di coordinatore cittadino dal 2008 al 2010; dal dicembre 2009, per un anno, è stato presidente dell'assemblea provinciale e membro dell’assemblea nazionale. Un ragazzo sempre in prima linea per le iniziative, in campo politico, etico e sociale. La sua era di quelle voci che non hanno mai avuto paura di schierarsi fra quelle "fuori dal coro" quando ne ha sentito il bisogno. Lo scorso anno, in dissenso con la linea del PD, aveva restituito la tessera.

Si era impegnato per l'evento "Terra Madre", dedicato alla diffusione di una diversa cultura del cibo, aveva collaborato con le manifestazioni locali dedicate alla gastronomia (come Slow Food aveva preso parte, lo scorso autunno, alla fiera "Bee" di Villanova). Davide fu anche collaboratore de L'Unione Monregalese per diversi anni. Il padre, Michele, è stato assessore e consigliere comunale a San Michele Mondovì.

Secondo le sue volontà, i funerali in forma civile e pubblica si terranno presso il cimitero di San Michele martedì 28 ottobre, alle ore 15. La salma verrà poi trasferita a Bra per la cremazione.