Il sindaco di Bagnasco scrive a Matteo Renzi

«Basta patto di stabilità per i piccoli Comuni»

«Mi rivolgo a lei, in quanto Premier ed ex sindaco, per rappresentarle problematiche che sono proprie dell’Ente che rappresento, ma anche della stragrande maggioranza dei piccoli Comuni sottoposti, come il mio, al patto di stabilità». Comincia così la lettera che nei giorni scorsi il sindaco di Bagnasco, Mauro Bertino, ha inviato al presidente del Consiglio dei ministri Matteo Renzi. Uno scritto che denuncia una situazione «insostenibile» per un territorio che, nel rispetto delle disposizioni dettate dal patto di stabilità, si ritrova a fare i conti con «criticità che minacciano sicurezza e pubblica incolumità». «Dobbiamo intervenire urgentemente sull’edificio sede delle Scuole dell’infanzia, elementare e media – continua Bertino nella lettera –, e circa 300 piante ammalorate, dislocate sull’area sportiva, parco giochi e nel concentrico del paese, vanno potate o, dove necessario, tagliate e sostituite per scongiurare situazioni di pericolo all’incolumità pubblica». E il paradosso è che il Comune di Bagnasco avrebbe risorse finanziarie sufficienti a coprire i costi degli interventi, attingendo dal consistente avanzo di amministrazione di 315 mila euro, ma «non possiamo impiegarle perché siamo bloccati dal patto di stabilità e dal rischio di sanzioni a cui andremmo incontro sforando il tetto previsto da queste disposizioni». Rivolto al presidente del Consiglio, Bertino chiede: «Dovesse verificarsi mai qualche disgrazia chi dovrà risponderne? E’ possibile continuare ad amministrare in queste condizioni da terzo mondo?». «La surreale situazione in cui si trova il Comune di Bagnasco – conclude – è identica a quella degli altri piccoli Comuni soggetti al patto di stabilità: la normativa va rivista per escluderne l’applicazione agli Enti con popolazione inferiore ai 5 mila abitanti».

Scopri anche

Clavesana, maestra aggredita in paese da una mamma di un ex alunno

È stata avvicinata e aggredita all'uscita di un negozio, a Clavesana. La vittima è una maestra, che insegna alle Elementari del paese. Sarebbe stata individuata e poi insultata da una signora, mamma di un...

Sant’Albano: gli Alpini ricordano la ritirata di Russia, 80 anni dopo la tragedia

Da venerdì 3 a domenica 5 febbraio, Sant’Albano ha ospitato una tre giorni interamente dedicata alla ritirata di Russia, ad 80 anni esatti di distanza dalla tragedia che interessò da vicino moltissimi giovani e...

Prof. del Liceo di Mondovì pubblica una biografia di Guccini… dal “punto di vista”...

Una biografia in prosa che però nasce dalle strofe. «C’è chi sostiene che un artista non possa raccontare sé stesso coi versi. Io invece credo di sì e, partendo dalle canzoni che Guccini ha...

Ceva: si presenta il progetto del “Museo del fungo”

E' in corso, presso il Municipio di Ceva, la conferenza stampa di presentazione del futuro "Museo del Fungo". Un sogno che si appresta a diventare realtà. Ad illustrare il progetto e le fasi che...
Micronido Mondovì Merlo Vicoforte Montessori

Micronido “Il Nido del Merlo” a Mondovì e “Piccoli Passi” a Vicoforte

Il micronido “Il Nido del Merlo” a Mondovì e il micronido “Piccoli Passi” a Vicoforte accolgono minori di età compresa tra 3 e 36 mesi e possono ospitare rispettivamente 18 (Merlo) e 15 bambini...

Mondovì, ecco i cartelli elettronici che avviseranno dei blocchi del traffico

Da ieri, lunedì 30 gennaio, sono stati piazzati a Mondovì i primi cartelli elettronici che avviseranno dei blocchi del traffico. Il Comune spiega: «La città di Mondovì, insieme ad altri 76 Comuni del Piemonte, deve...