Preoccupazione su “Sanofi Aventis”

Lunedì il presidio davanti ai cancelli

«Quella di lunedì sarà la prima di una serie di iniziative in programma sino a giovedì 27 novembre, quando incontreremo i vertici aziendali. In quell’occasione ci verrà presentato il piano di produzione per il 2015, sperando non impatti sul livello occupazionale». Così le segreterie provinciali Cgil e Uil annunciando il presidio dei lavoratori “Sanofi Aventis” di Garessio lunedì 24 novembre di fronte allo stabilimento. Delle criticità del sito chimico-farmaceutico si era già fatto il punto la scorsa settimana con il presidente della Regione Chiamparino, per la prima volta in visita istituzionale in valle. «Questa settimana – continuano le segreterie provinciali – si conclude la cassa integrazione ordinaria concordata in Confindustria a settembre. L’accordo prevedeva, oltre alla cassa integrazione a rotazione su circa 60 addetti alla produzione, anche un piano ferie sui restanti lavoratori». Lo stabilimento, che occupa 170 persone, sta pagando il prezzo di un mercato fortemente concorrenziale: il prodotto “Aza”, lavorazione fondamentale per il sito garessino, è in calo e il nuovo impianto, adibito alla produzione sintetica dell’Artemisia, è fermo.



Scopri anche

Frutti antichi e zuppa della tradizione: a Farigliano torna la “Fiera dei puciu”

Tra gli ultimi appuntamenti dell’anno prima del Natale, Farigliano si prepara ad ospitare la tradizionale “Fiera dei puciu e di San Nicolao”, in programma per domenica 4 dicembre (con una importante anteprima il giorno...

Incidenti sulle strade a Villanova e Magliano: due scontri tra auto

Incidenti stradali tra la notte e la prima mattinata di oggi (sabato 3 dicembre) complice il maltempo. A Villanova Mondovì, in via IV novembre due auto si sono scontrate, e una si è ribaltata...

Gli abiti delle donne vittime di violenza: la mostra si sposta a Piazza

«Era un mio compaesano, mi ospitava perché nona avevo casa. Ogni volta che la moglie usciva, mi violentava». «Quando siamo arrivati nel parcheggio, ha chiuso tutte le porte dell'auto: e mi ha stuprata». «Quel...