Mondovì: demografia immobile e gli stranieri se ne vanno

Ventuno abitanti in meno: nell'anno appena finito Mondovì passa da 22.706 a 22.685 abitanti, una variazione dello 0,1%. In pratica, demografia immobile.

Ventuno abitanti in meno. Mondovì passa da 22.706 a 22.685 abitanti, una variazione che in percentuale pesa lo zero virgola uno. Praticamente immobile. È il sunto dei calcoli demografici di fine 2014 che tiene conto anche del completamento delle revisioni che sono arrivate dopo l’ultimo censimento. Calano anche gli stranieri, che lo scorso anno erano rimasti pressoché invariati.

Come nel 2010
Da un punto di vista demografico, Mondovì è tornata indietro di cinque anni, al 2010, quando gli abitanti erano 22 mila e 600. Continua la “stasi” cominciata l’anno scorso, mentre nel quinquennio precedente la città era stata in lenta ma comunque costante crescita. Non ci sono molte analisi da fare, il dato è lo stesso di tutta la zona: a fronte di un numero di nascite sempre minore di quello dei decessi, si è fermata l’immigrazione.

Giù gli stranieri,  su gli italiani
Il numero di stranieri, che l’anno scorso era stabile, è sceso: in controtendenza rispetto ad altri centri della Granda passano da 3.013 a 2.954, il 2% in meno. Rappresentano il 13% delle popolazione. Se si vanno a guardare i numeri in dettaglio, spiccano quelli relativi ai due più grandi flussi migratori degli anni ’80 e ’90, ovvero i cittadini di nazionalità marocchina e albanese. I primi sono calati di 60 persone, i secondi di 39: quindi in tutto un centinaio quasi esatto.
Se raffrontiamo il dato demografico complessivo (-21) con quello della popolazione straniera (-59), significa che a Mondovì la popolazione italiana è cresciuta. Semplice matematica: si passa da 19.693 a 19.731.
Quartieri: Breo cresce un po’
La situazione nei quartieri mostra un dato che stupisce: 64 nuovi residenti in zona Piandellavalle, e in generale un ripopolamento di Breo (+28 unità) che va un po’ a smentire la diceria che il centro storico si stia spopolando. L’Altipiano, che anni fa simboleggiava l’espansione della città, continua a calare. Ma sono variazioni minime, che in percentuale pesano quasi nulla.

Santa Lucia Villanova Mondovì

Il Santuario di Santa Lucia a Villanova Mondovì riapre i battenti

Il Santuario di Santa Lucia in Villanova Mondovì si staglia dal XVI secolo sul versante del Monte Calvario (o Momburgo) dominando la Valle Ellero ed è erede di un’antica devozione popolare, ancora oggi viva...

Ritrovato a Sale San Giovanni il 27enne scomparso da Torino

Si sono concluse le operazioni di ricerca nei boschi di Sale San Giovanni, scattate dall'ora di pranzo, a seguito dell'avvistamento di un 27enne allontanatosi il 30 maggio scorso dalla struttura presso cui era ricoverato...

Bye bye Barocco, a Mondovì a luglio arriva Andy Warhol

Addio Barocco, welcome Pop Art. Ladies and gentlemen, a Mondovì dopo il Caravaggio arriva Andy Warhol: l’ex chiesa di Santo Stefano si prepara a staccare i quadri dei maestri della luce e ad ospitare...

Addio al tenente Diego Bonavera: fu carabiniere a Frabosa e Mondovì

L’Arma dei Carabinieri piange la scomparsa del tenente Diego Bonavera. È scomparso questa mattina all’ospedale “Policlinico di Monza” di Alessandria, a seguito di una malore. Aveva solo 45 anni ed era conosciuto e apprezzato...
rifugio serre di oncino

Al Rifugio Serre di Oncino la “cucina piemontese delle origini”

Abbiamo intervistato Riccardo Ferraris, gestore del Rifugio Serre di Oncino, in valle Po, inaugurato da pochi giorni. Con la famiglia gestisce anche il ristorante “La Raviola Galante” a Scurzolengo (AT), dove si propongono piatti...

A Mondovì a luglio e agosto attivo il servizio di “Scuola Materna estiva”

Anche per il 2024 il Comune di Mondovì attiverà la Scuola Materna estiva, con l’obiettivo di soddisfare le esigenze delle famiglie con genitori entrambi lavoratori, assicurando così un accompagnamento educativo-assistenziale durante il periodo delle...