Tentano furto al bar: presi mentre scappano

L’allarme è suonato in piena notte, sul cellulare dei gestori del bar “Roma” di Bagnasco.

L’allarme è suonato in piena notte, sul cellulare dei gestori del bar “Roma” di Bagnasco. Il titolare ha immediatamente chiamato i Carabinieri e si è precipitato sul posto. I ladri sono stati fatti fuggire prima che potessero mettere la mani su soldi o merce. Poi sono scattate le ricerche, coi Carabinieri che li hanno cercati attraverso le stradine del paese, fino a quando non sono stati trovati e arrestati: sono due cittadini albanesi entrambi residenti a Fossano, già condannati per direttissima per tentato furto.
In manette sono finiti K.G., 24 anni, e G.T. 25enne, entrambi già con precedenti. Quando è scattato l’allarme del proprietario i Carabinieri, impegnati nei controlli preventivi sul territorio con l’Aliquota Radiomobile e gli uomini della Stazione di Garessio (servizi straordinari operati di concerto con il Comando Provinciale Carabinieri di Cuneo nell’ambito del cebano e della Val Tanaro), sono giunti sul posto e hanno cominciato le ricerche. Dopo poco veniva notato un ragazzo, fermo a bordo di una Fiat “Stilo” grigia: era il “palo” della coppia. Le ricerche sono andate avanti fin quando l’altro ladro è stato trovato nascosto fra le auto parcheggiate in una via traversa: ha provato a darsi alla fuga verso i campi, ma è stato bloccato e ammanettato.
Entrambi hanno ammesso sin da subito la responsabilità nel fatto e i militari hanno anche trovato il “piede di porco” usato per forzare la porta d’ingresso del bar. I due tratti in arresto, in seguito alla convalida avvenuta in data odierna presso il Tribunale di Cuneo, venivano condannati a quattro mesi di reclusione con sospensione condizionale della pena e a una sanzione pecuniaria.
Il comandante della Compagnia, il capitano Ciliento, fa un riepilogo dell’attività nel Cebano delle ultime settimane: «I controlli straordinari operati, ed ancora in atto, dalla metà di dicembre nell’ambito del cebano e della Val Tanaro hanno impiegato quasi 300 militari. Hanno consentito di trarre in arresto 4 persone, una su mandato dell’A.G. e tre in flagranza, denunciarne altre sei in stato di libertà, sanzionare 16 persone per violazione al codice della strada con quattro patenti ritirate e altrettante carte di circolazione».

Scopri anche

Il “Bue d’oro 2022” di Carrù va al governatore Alberto Cirio

Il governatore della Regione Piemonte Alberto Cirio riceverà la massima onorificenza carrucese del “Bue d’oro”. Nell’albo succede a Fausto Solito, Franco Guarda e Davide Biagini (vincitori 2021). Tra i premiati degli scorsi anni anche...

Garessio: Vigili del fuoco in festa per Santa Barbara

Domenica 4 dicembre, in occasione della festività di Santa Barbara, patrona dei Vigili del fuoco, il personale dei Vigili del fuoco volontari di Garessio, dopo la solenne Messa in onore della patrona, celebrata da...

Mondovì: cinque ditte in gara per il mega-intervento da 800 mila euro sull’Ellero

Sono cinque le imprese che parteciperanno alla gara per il mega-progetto, da 800 mila euro, di messa in sicurezza delle sponde dell’Ellero. Il progetto si avvale di un finanziamento del PNRR e riguarda il...

L’Ufficio postale dell’Altipiano chiuso per lavori dal 19 al 24 dicembre

Poste Italiane ha comunicato al Comune di Mondovì che l’Ufficio Postale di Mondovì Altipiano (Ufficio "Succursale 1" sito in Piazza Monteregale 6-B) sarà chiuso al pubblico dal giorno 19 al giorno 24 dicembre 2022...