È nata l’Unione dei Comuni monregalesi

La firma dell’Atto costitutivo dell’Unione montana delle Valli monregalesi è avvenuta mercoledì mattina nella Sala consiliare del Comune di Villanova.

Nessuna sorpresa alla firma dell’Atto costitutivo dell’Unione montana delle Valli monregalesi, avvenuta mercoledì mattina  fa nella Sala consiliare del Comune di Villanova. Tutti e quattordici i rappresentati dei Comuni interessati si sono presentati all’appuntamento e, penna alla mano e fascia a tracolla, hanno sottoscritto il documento. Una formalità, si era detto. Ma anche un momento storico per le nostre Valli. Entro una settimana, tutti i Comuni che non l’hanno ancora fatto sceglieranno i loro rappresentanti. Ora l’Unione è fatta, non resta che vederla funzionare.

Hanno firmato quattoridi sindaci

Dodici uomini e due donne. Quattordici sindaci in fascia tricolore, un momento “storico”, per le nostre Valli. I rappresentanti dei Comuni di Briaglia, Frabosa Soprana, Frabosa Sottana, Monastero, Monasterolo, Montaldo, Niella, Pamparato, Roburent, Roccaforte, San Michele, Torre, Vicoforte e Villanova.

Il 2014 è stato caratterizzato da discussioni serrate, tanto che in certi momenti l’accordo sembrava un miraggio. A questo punto, comunque, non dovrebbero più esserci sorprese e la firma dell’Atto dovrebbe essere soltanto una, seppur solenne, formalità. Entro il quindici aprile (la data fissata dalla Legge regionale sulla montagna), già tutti i Comuni interessati avevano approvato un primo Statuto (Niella aveva deciso di non aderire), poi modificato diverse volte, fino a pochi mesi fa. Nel dibattito ci si è interrogati sul concetto di montanità, sul conferimento delle funzioni, sulla perdita di identità. Ci sono temi che spaventano sempre, come la percezione di stare andando verso l’accorpamento definitivo. Per ora, comunque, i quattordici Comuni coinvolti manterranno il proprio Comune, il proprio stemma, la propria organizzazione, anche se verranno formati numerosi sub ambiti e alcune funzioni saranno associate. D’altro canto, e numerosi sindaci l’hanno affermato in più occasioni, si spera che un Ente che rappresenta oltre ventimila persone riesca a farsi ascoltare più facilmente da Regione e Stato. A chiudere la maratona dei “sì” era stato Monastero, che, immediatamente dopo Roburent e Vicoforte, aveva approvato Statuto e Atto costitutivo l’11 dicembre scorso. Non era mancato, in quel periodo, chi aveva confessato che si trattava di una scelta effettuata “obtorto collo”. Dal 24 dicembre, comunque, lo Statuto è stato pubblicato sul bollettino della Regione Piemonte e il tempo dei ripensamenti dovrebbe essere finito. A fare gli onori di casa, mercoledì, sarà il sindaco di Villanova, Michelangelo Turco, il primo presidente dell’Unione Montana, come prevede lo Statuto (Villanova è infatti il Comune più numeroso). Poi, ci saranno le consultazioni interne e le elezioni del nuovo presidente, che, stando alle regole attuali, dovrebbe rimanere in carica sei mesi.

RI-FONDAZIONI: Raviola in SP, Gola in CRC e Robaldo punta al “tris”

Le ruote hanno girato in meno di 24 ore. «Mi lascio alle spalle otto anni di impegno in CRC e si apre una nuova sfida in Compagnia San Paolo». Lunedì 15 aprile Ezio Raviola...

Vicoforte: il questore vicario Manganaro: “La Mafia oggi si è evoluta, è difficile da...

In occasione della giornata regionale della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie e per la promozione della cittadinanza responsabile, il comune di a Vicoforte ha organizzato un appuntamento dedicato...

La “Festa del cece” di Nucetto miglior evento 2023

La "Festa del cece" di Nucetto è stata votata e giudicata come il miglior evento del 2023 nella categoria mostre mercati e fiere del "Premio ITALIVE", che viene organizzato ogni anno con l’obiettivo di...
video

VIDEO – Crozza in TV: «Milano non è mica Mondovì, dove sono capaci sia...

Simpatico siparietto nell'ultima puntata  di "Fratelli di Crozza", su NOVE Discovery: il comico cita Mondovì come esempio di città, virtuosa perché di piccole dimensioni, in cui il Comune riesce sia a potare le piante...

Mattia Germone confermato presidente della Banda musicale di Mondovì

Giovedì 18 aprile si è tenuta presso la sede della Banda Musicale di Mondovì l'assemblea annuale di tutti i soci 2024. L'occasione era quella, oltre che per l'approvazione del bilancio, del rinnovo delle cariche...
Nord Sud Castello Cigliè

Nord vs Sud: la disfida dei vini “Al Castello” di Cigliè

Venerdì scorso si è svolto il secondo appuntamento delle “4 sere Al Castello” di Ciglié, con l’intero ristorante dedicato all’evento “Bolle al buio - Sicuri di essere grandi intenditori di bollicine?”, in cui vini...