Giudici di pace, il trasloco fra due mesi

I Giudici di pace traslocheranno a Piazza entro un paio mesi. Il trasferimento dovrebbe avvenire nel periodo di Pasqua nel Tribunale in chiusura.

Oltre alla conferma, adesso c’è la data: i Giudici di pace traslocheranno a Piazza entro un paio mesi. Il trasferimento dovrebbe avvenire nel periodo di Pasqua. Nei locali del Tribunale troveranno spazio uffici e due sale udienze. Considerato il successivo trasloco, quello della Guardia di Finanza, si può dire che l’ex Collegio dei Gesuiti di via Vasco, anche se ha ormai perso la qualifica di sede forense, resterà in qualche modo un palazzo di giustizia.

Dell’ok definitivo al trasferimento, giunto dal Ministero della Giustizia, davamo notizia la scorsa settimana. Lunedì mattina il coordinatore dei giudici di pace, il dottor Francesco Benincasa, ha svolto un ultimo sopralluogo assieme all’assessore Enrico Rosso la mattina di lunedì 9 febbraio. «Ormai è questione di poco – conferma Rosso –, perché i locali sono idonei e i lavori da fare sono minimi e riguardano praticamente solo l’impiantistica. Sposteremo tutto nello stesso periodo, postazione e archivio». Andranno a occupare sia il piano terra, in una parte delle stanze dell’ex Procura della Repubblica (che manterrà comunque due locali), sia al piano seminterrato. In accordo col Tribunale unificato di Cuneo verranno comunque mantenuti a Mondovì tutti i presidi di Polizia giudiziaria: Carabinieri, Finanza e Polizia di Stato.

Udienze anche nell’Aula grande
Oggi l’ufficio dei Giudici di pace si trova a Breo, accanto alla centrale della Polizia locale, e conta una sola aula per le udienze. «A Piazza potranno averne due – spiega Rosso –: una al piano seminterrato, e la grande sala al piano terra, l’aula 1, che in un primo momento verrà alternata ai processi penali di rito monocratico. A Piazza troverà anche posto la Tenenza delle “Fiamme gialle” (i tempi del trasferimento saranno un po’ più lunghi) al primo piano del Tribunale. Forse anche gli uffici pubblici regionali, oggi in corso Statuto, verranno trasferiti qua».
A Breo si amplierà la sede dei vigili?
Ancora da decidere a cosa saranno destinarti i locali di Breo lasciati vuoti: potrebbero essere utilizzati per allargare l’adiacente sede della Polizia locale o per la Protezione civile, la cui sala operativa sorge sul retro dello stesso edificio. Rosso: «Non abbiamo ancora progetti. Vedremo».

Scopri anche

Lartigue: gli scatti del “fotografo della Belle Époque” in mostra a Piozzo

Il sogno diventerà realtà. Come già annunciato nei primi mesi del 2021, ormai da tempo l’Amministrazione comunale di Piozzo si sta muovendo per l’organizzazione di un evento turistico su larga scala, dedicato al fotografo...

Il ritorno dei “babi cru”: riscoperta un’antica varietà di pere, ormai dimenticata

“Carù, pais di babi cru”. Perché, praticamente da sempre, i cittadini di Carrù sono chiamati “babi cru”? Contrariamente a quello che si potrebbe pensare, i rospi (“babi”, in dialetto), non c’entrano nulla. Con il...

Mondovì, un piano per i negozi sfitti: “comodato gratuito temporaneo” per favorire l’apertura di...

Un censimento dei negozi sfitti e un incontro a tre fronti, coi proprietari e le agenzie immobiliari. Ecco uno dei passi che il Comune metterà in atto nel “piano per il rilancio del commercio”...

Neve in serata: domani “allerta gialla” per ARPA su Monregalese e Cebano

Dopo le nevicate dello scorso fine settimana, torna la neve sul Monregalese e sul Cebano. La neve è attesa per la notte fra giovedì 8 e venerdì 9 dicembre. ARPA Piemonte ha diramato lo...