Mongolfiere, nuovo prototipo di per i piloti disabili

L’ha chiamata “Sky 4all the chairs”, un cielo per tutte le sedie. È una cesta per mongolfiera… che non è una cesta.

L’ha chiamata “Sky 4all the chairs”, un cielo per tutte le sedie. È una cesta per mongolfiera… che non è una cesta. Mondovì segna ancora una volta un punto nel campo del cielo senza barriere (architettoniche) grazie al nuovo prototipo realizzato dal pilota e costruttore Paolo Bonanno. Si tratta di uno speciale seggiolino, da agganciare direttamente al pallone aerostatico, che consente a un disabile di “salire a bordo” della mongolfiera direttamente con la sedia a rotelle. Un progetto talmente geniale che ha vinto il “Trofeo Procaer Memorial Vignola-Neeff” a Pavullo, in provincia di Modena: un Trofeo dedicato alle nuove creazioni nel campo del volo.

La costruzione ha richiesto oltre sei mesi di lavoro continuo: «Anche il supporto per i bruciatori – spiegano Paolo e la moglie Nicole – è studiato appositamente: si ruota, consentendo di gonfiare il pallone nella medesima posizione in cui si vola». Il prototipo è già stato collaudato dal pilota disabile inglese Tim Ellison, ormai un “habitué” di Mondovì, regalandogli una grandissima soddisfazione. «Il prototipo non può ancora volare, il collaudo è stato fatto a terra – spiega Bonanno –. Per alzarsi servirebbe un pallone sperimentale. Sono comunque molto, molto soddisfatto della realizzazione. È la prima volta che il Trofeo Procaer viene dato a una creazione nel campo dell’aerostatica».