Ascensori e telecamere alla Stazione: RFI stanzia 400 mila euro

Arrivano 400.000 euro di investimenti per la stazione ferroviaria di Mondovì: lo ha annunciato RFI, in un sopralluogo.

400.000 euro di investimenti per la stazione ferroviaria di Mondovì: lo ha annunciato ieri, nel sopralluogo avvenuto nella nostra Città su richiesta del sindaco, il Direttore Territoriale Produzione RFI di Torino, l’ingegner Paolo Grassi.

All’incontro era presente anche l’assessore Laura Barello ed i funzionari comunali: “Una notizia importante – dichiara Viglione – per restituire decoro e sicurezza alla nostra stazione ferroviaria. Ringrazio l’ingegner Grassi che ha raccolto le nostre sollecitazioni e Rfi per gli ingenti investimenti programmati. Mondovì rientra tra le 50 stazioni piemontesi di maggior rilevanza in cui sono previsti importanti lavori di manutenzione entro il 2016: sono soddisfatto anche per la prossima installazione di un esteso impianto di videosorveglianza, una richiesta più volte manifestata a Rfi. Abbiamo anche avuto modo di evidenziare la necessità di interventi di manutenzione e pulizia lungo le scarpate ed i viadotti nei pressi delle linee ferroviarie, anche quelle dismesse”.

Il programma degli interventi è già iniziato in questi giorni con i lavori al sottopasso ferroviario per risolvere in maniera definitiva l’annosa criticità relativa alle infiltrazioni di acqua. Entro il 2016 verrà anche realizzato un nuovo servizio igienico ed alcuni interventi di manutenzione generale dell’edificio che anticipano lavori di riqualificazione più importanti nei prossimi anni.
Sempre nel prossimo anno è prevista l’installazione di due ascensori per l’accesso ai binari ed al sottopassaggio che miglioreranno la fruibilità della stazione già inserita tra le stazioni dove è attivo il servizio gratuito di assistenza dedicato alle persone a ridotta mobilità, con disabilità visive o uditive, ai clienti anziani e alle donne in gravidanza.

Verrà, infine, realizzato un importante impianto di videosorveglianza (importo lavori previsti pari a ca. 100.000 euro), con possibilità di visualizzare le immagini, oltre che dalla controll room della Polfer, anche dal Comando di Polizia Locale.