Cieli grigi… colorati dai palloni

Le mongolfiere vincono il maltempo. Straordinario successo del 28° Raduno dell'Epifania.

Il meteo diceva: “cielo grigio”. I piloti hanno aggiunto: “con palloni colorati”. Per un intero weekend, 9 e 10 gennaio, le nuvole e la nebbia hanno provato a guastare la festa. Con la leggerezza dei sogni che le contraddistingue da sempre, le mongolfiere se ne sono infischiate e hanno cavalcato il vento come solo loro sanno fare. Il 28° Raduno dell’Epifania si chiude con un successo che, letteralmente, ha sconfitto le nubi.

GUARDA LA FOTOGALLERY

Il "bacio" dei palloni a forma speciale Puddles&Splash

«I cieli erano grigi: così, i colori li abbiamo messi noi». È il commento finale dell’Aeroclub di Mondovì e del suo presidente Paolo Oggioni all’indomani del Raduno. I piloti c’erano tutti: 28 equipaggi, 28 palloni colorati che danzano al ritmo dei bruciatori. Uno spettacolo che inchioda lo sguardo dimostrando, qualora ce ne fosse ancora bisogno, che Mondovì ha il pieno diritto di fregiarsi del titolo di Capitale italiana del volo in mongolfiera. «Le condizioni meteo sembravano impietose, ma le nuvole e la nebbia non ci hanno fermati – continua Oggioni –. Ha prevalso la voglia di volare e di dare spettacolo nei cieli di Mondovì. Cieli che i nostri piloti continuano a definire “i più belli d’Europa”… anche quando sono grigi!». Gli equipaggi venivano, oltre che dall’Italia, da Gran Bretagna, Francia, Principato di Monaco, Belgio, Germania, Irlanda. Tutti entusiasti dell’evento.Tre i voli e due gli eventi collaterali: la bellissima sfilata degli equipaggi (venerdì 8 gennaio) e lo spettacolare Night Glow (sabato 9 gennaio), lo show serale in cui i palloni si sono accesi a tempo di musica, guidati da una coreografia studiata da Nicole Bonanno che intrecciava colonne sonore e arie di musica classica. Un solo volo cancellato (domenica 10 gennaio), a causa delle pesanti condizioni di nebbia.

La città invasa da migliaia di persone
I “numeri” del Raduno parlano di oltre 10 mila persone fra il pubblico (7 mila nella sola giornata di domenica) provenienti non solo dal Piemonte ma da Liguria, Lombardia, Toscana, Emilia e addirittura dal Lazio e dall’Abruzzo. Oltre 200 bambini hanno potuto provare l’emozione del volo vincolato in massima sicurezza, raccogliendo offerte per oltre 2.000 euro interamente destinate al Comitato di Collaborazione Medica per un progetto di beneficenza destinato al sostegno delle madri in Africa. Era presente anche il pallone istituzionale del Comune di Capannori (assieme ad alcuni rappresentanti del paese toscano), che domenica si è prestato al volo vincolato per i bambini.

Il Raduno era organizzato dall’Aeroclub Mondovì, col supporto del Comune di Mondovì, col patrocinio della Regione Piemonte e della Provincia di Cuneo, e con il contributo di Fondazione “Cassa di Risparmio di Cuneo”, ATL Cuneo, Camera di Commercio di Cuneo, Ascom-Confcommercio Mondovì e Associazione “La Funicolare”. Hanno contribuito: Generali Italia spa (agenzia di Mondovì di Federica Alasia e Mario Marinaccio), Silvio Bessone Puro Cioccolato – Cioccolocanda (Vicoforte), Consorzio per la tutela del Raschera (Vicoforte), Cascina Biasin (Mondovì), Azienda Vinicola Piovano (Bastia Mondovì), Bruno Gomme (Mondovì) e Sport Fashion (Mondovì).

Stefano Viglione, sindaco di Mondovì: «Mondovì e le mongolfiere si dimostrano ancora una volta un binomio vincente. La presenza in città di migliaia di visitatori nel corso del week end è la conferma tangibile di un successo straordinario, che cresce di anno in anno. La mongolfiera si afferma come straordinario veicolo di promozione turistica della nostra città, grazie anche all’importante spazio conquistato sulla Rai e sulle pagine di quotidiani nazionali. Da sottolineare anche la formula vincente delle diverse iniziative collaterali promosse, quale il “Re Mercante”, che premia l’ottimo lavoro di squadra delle Associazioni cittadine. Doveroso un ringraziamento in primis all’Aeroclub di Mondovì, che ancora una volta ha saputo coordinare in maniera impeccabile l’evento».