ZTL a Piazza: commercianti favorevoli alla fascia serale

Qualcosa torna a muoversi attorno al tema della pedonalizzazione di piazza Maggiore. Una pedonalizzazione “morbida”, meno invasiva.

A distanza di circa tre mesi dalle prime indiscrezioni sull’argomento, qualcosa torna a muoversi attorno al tema della pedonalizzazione di piazza Maggiore. Una pedonalizzazione “morbida”, meno invasiva di quella totale di Breo, che potrebbe rendere il rione storico più fruibile e meno trafficato anche nelle ore serali. Pur senza prendere decisioni in merito, commercianti e Comune ne hanno parlato. Uno dei punti su cui paiono essere tutti d’accordo è che la ZTL parziale, in fasce serali, sia la soluzione praticabile.

Niente più “pilotto”
Il progetto del Comune prevede di utilizzare telecamere, proprio come a Breo, per monitorare gli accessi. Facendo a meno del piloncino elettrico, che negli anni si è rivelato ampiamente inefficace. Le telecamere saranno installate sui tre accessi principali: via delle Scuole, via Vasco (nell’ultimo tratto che va dal Vescovile al Tribunale) e all’ingresso di via Vico. Residenti e autorizzati potranno avere il pass, esattamente come accade a Breo.

Le fasce orarie: sì alla ZTL serale
«Innanzitutto bisogna partire dalla situazione attuale – commenta Mattia Germone, titolare di uno dei bar storici del rione e presidente dell’Associazione “La Funicolare” –: il divieto del traffico esiste già nei weekend dalle 19,30 in poi. È una soluzione che saremmo favorevoli a estendere a tutti i giorni feriali nel periodo estivo, con la domenica interamente pedonalizzata». Sulla collocazione dei varchi, alcuni esercizi che lavorano sul passaggio hanno qualcosa da obiettare sulla telecamera alla base di via Vico: «Tuttavia – aggiunge Germone – se la telecamera venisse piazzata all’ingresso della piazza, ci sarebbe il rischio di veder esplodere il fenomeno del “parcheggio selvaggio” proprio sotto la chiesa della Missione».

Il sindaco: «Nulla di deciso. Ma cercheremo sempre l’equilibrio coi commercianti»
Il sindaco Stefano Viglione conferma che si tratta di un discorso ancora molto di là dal concretizzarsi: «Al momento non è stata presa alcuna decisione, perché riteniamo imprescindibile condividere modalità e orari assieme a chi vive e lavora a Piazza. Siamo da sempre favorevoli a una maggiore fruibilità pedonale di piazza Maggiore. Purché, sia chiaro, ci sia un giusto equilibrio con le necessità dei residenti e commercianti, la cui presenza è vitale per il rione. Quanto prima avremo modo di giungere ad una definizione di tale progetto e di incontrare i rappresentanti dei residenti e dei commercianti per valutare assieme l’ipotesi».