I nostri… Brennero

 Una barriera al Brennero sarebbe un gesto non solo anti-storico, anti-culturale ma anche… anti-economico. Da disastro annunciato per tutti.

Un po’ di marcia indietro – non sappiamo quanto convinta e fin quando reggerà (magari fino al ballottaggio per le presidenziali a Vienna, con l’estrema destra in pole position) – si è registrata in settimana, da parte del Governo austriaco dopo le mosse un po’ maldestre per annunciare, a muso duro, l’intenzione di innalzare uno sbarramento al Brennero, con la pretesa di andare a controllare gli eventuali immigrati o profughi sui treni, già in territorio italiano. Adesso dalla politica e dalle istituzioni di Vienna ci si è un po’ ridimensionati. Lasciando l’opinione pubblica piuttosto sconcertata e basita, anche solo per l’approccio davvero greve, praticato sulla situazione-immigrati, con misure più che altro propagandistiche. Perché una barriera al Brennero sarebbe un gesto non solo anti-storico, anti-culturale ma anche… anti-economico. Da disastro annunciato per tutti.
Eppure, al di là di tutto, adesso che si è superato il punto più alto di tensione con l’Austria per questa ideaccia, non si possono non inseguire altri pensieri. Questa soluzione dei muri ritorna e serpeggia, penetrando nelle coscienze o nelle... pance di tanti. Si potrebbe anche dire che, da più parti, si possono rintracciare vari… Brennero. E c’è chi vuole chiudere, respingere, escludere, isolare, segregare… Un ritorno ad un passato improponibile ed inaccettabile. Infatti la società multietnica non è una fantasia o uno spauracchio. È in mezzo a noi, è dietro l’angolo. Dove si vogliono edificare i muri? Servono solo dei ponti, degli incontri, delle convivenze, delle interazioni, delle integrazioni, delle inclusioni… Non c’è altra strada. Da percorrere con attenzione sì, ma anche con apertura d’animo. La posta in gioco riguarda le persone, non i numeri (come ha detto Papa Francesco di ritorno da Lesbo). Sfuggire a questa sfida decisiva, in cui ci giochiamo il profilo della nostra umanità (ormai un po’ meticcia per tutti, ma sempre vera e intangibile), ci farà molto male, nell’oggi e nel domani.

santa lucia visite villanova

Al Santuario di Santa Lucia di Villanova M.vì continua il successo delle visite guidate

Domenica 7 luglio il Santuario di Santa Lucia in Villanova Mondovì sarà aperto al pubblico con visite guidate al pomeriggio (dalle ore 14.30 alle 17 con servizio navetta). La riapertura durante le prime domeniche...

Nel vivo la due giorni per Nini Rosso: stasera il Gomalan Brass Quintet

Si è aperta ieri sera, con buon riscontro di pubblico, la due giorni dedicata a Nini Rosso organizzata dal comune di San Michele Mondovì. Il concerto che ha inaugurato la serie di...

Mondovì invasa dalle auto d’epoca: arrivano le “Vecchie Signore” – LE FOTO

Comincia oggi, sabato 20 luglio “Mondovì e Motori”: un weekend fra auto d’epoca e Ferrari. Clicca qui per leggere tutto il programma LE IMMAGINI Leggi anche: https://www.unionemonregalese.it/2024/07/19/a-mondovi-levento-ferrari/
Diocesi di Mondovì architetto Luciano Marengo

Cambio della guardia all’Ufficio Beni Culturali della Diocesi di Mondovì

Nella mattinata di sabato 20 luglio, presso la sala delle Lauree del palazzo vescovile di Mondovì Piazza, il vescovo Egidio ha conferito all'arch. Luciano Marengo, fino ad ora direttore dell'Ufficio Beni Culturali della Diocesi,...
Cinque Daspo "Willy"

“Aiuto, stanno entrando in casa mia”, ma all’arrivo dei Carabinieri non c’è nessun pericolo

Urla e schiamazzi in via Vico a Mondovì Piazza nella nottata appena trascorsa, quando uno dei residenti ha cominciato a gridare aiuto, dicendo che qualcuno stava provando a entrare nella sua casa. L’episodio si...
Mondovicino Shopping Peter Pan

A Mondovicino giochi e animazioni per i bimbi a tema Peter Pan

Tra i 1º e il 14 luglio Mondovicino Shopping Center & Retail Park propone il laboratorio “L’isola che non c’è” con giochi e animazioni a tema per i più piccoli. Presso piazza Roccia (ove...