Mons. Pacomio rinuncia al mandato di vescovo: l’intervista

Da domani scattano le procedure per la nomina del successore. «Vivo questo distacco con serenità».

Venerdì 4 novembre è il compleanno per mons. Luciano Pacomio. Ed è un traguardo importante per il nostro vescovo, che compie 75 anni. Infatti questa soglia di età comporta – come dal Codice di Diritto canonico (can. 401) – che il vescovo presenti la rinuncia al mandato di pastore nella Chiesa che gli è stata affidata. E rispetto a questa scadenza lo stesso mons. Luciano Pacomio ha già avuto modo di spiegare i passi compiuti. Le sue dimissioni sono state inoltrate in anticipo, il 29 giugno, data della ordinazione sacerdotale del nostro vescovo.

LEGGI ANCHE: Come funziona la nomina del nuovo vescovo?

Di questo momento di “distacco” ha parlato a lungo nella Lettera pastorale “Il cammino continua”. Ne ha scritto su questo foglio, spiegando che la rinuncia presentata è stata accolta secondo la formula “Nunc pro tunc” (Adesso per allora), nel senso che si resta in attesa della nomina del successore. Le dimissioni non sono ancora efficaci. Lo saranno al momento in cui si renderà noto il nome del nuovo vescovo. Cogliamo l’occasione del compleanno, per una breve intervista a mons. Luciano Pacomio.

Intanto auguri, cordiali. Nella Lettera pastorale ci ha già esternato i sentimenti con cui affronta questi mesi del tutto particolari, che prevedono il distacco dalla Diocesi di Mondovì. Ha usato l’avverbio «serenamente», sia dal punto di vista umano che cristiano, nel condividere quanto sta vivendo. Adesso che il tempo passa e le scadenze si avvicinano, ha qualcosa da aggiungere, partendo dal suo animo?
Siccome altri mi hanno chiesto di intervistarmi per esprimere il mio stato d’animo, mi permetto di scrivere così per il nostro settimanale e quello che dico lo ripeterei a tutti quanti. Faccio parte dei vescovi della terza generazione, da quando il Papa Paolo VI, beato, ha fissato l’età limite del loro incarico. Accettando quindi il dono dell’episcopato, sapevo benissimo che in un servizio diocesano c’era questa scadenza. Se il Signore mi dava vita, sarebbe arrivata e dovevo affrontarla come ogni bravo cristiano: attendendola, preparandola e continuando a operare con il valido aiuto dei collaboratori, fino al termine di fatto stabilito dal Papa. Questo mio modo di essere e di pormi lo chiamo «serenità», giacché non ho né desideri struggenti né amarezze lancinanti. Riesco a vivere gli uni e le altre grato al Signore, offrendo tutto con gioia e riconoscenza, proteso verso ciò che Egli mi dona e le persone fraternamente mi aiuteranno a vivere nel prosieguo.

LEGGI: L'INTERVISTA INTEGRALE (riservata agli abbonati)

mondovì times square new york

LE BELLEZZE DI MONDOVÌ SUI MEGASCHERMI DI TIMES SQUARE A NEW YORK

L'Unione Monregalese ha fatto proiettare le bellezze di Mondovì in Times Square a New York: grazie a Pixel Star di TSX Ieri, mercoledì 21 febbraio, sui megaschermi di Times Square a News York, alle 17,15...

San Michele: rinvio per la corsa Just the woman i am

La corsa solidale "Just the woman i am" prevista per questo weekend a San Michele è stata rinviata al 10 marzo a causa del maltempo. La ricerca universitaria sul cancro si promuove anche attraverso lo...

Dopo la neve la pioggia sulle nostre piste da sci

La settimana era iniziata alla grande, con una fitta nevicata che aveva portato oltre un metro di neve sulle nostre montagne. Una boccata d'ossigeno che ha permesso a tutte le nostre stazioni sciistiche di...

Attenzione alle truffe: cercano di introdursi nelle case, a Morozzo e Margarita

Allarme tra Margarita e Morozzo. In queste ore, i cittadini stanno segnalando la presenza di un'auto stationwagon di colore scuro, con a bordo due persone, che tentano di introdursi nelle abitazioni con la scusa...

Avis Dogliani: Mario Reviglio premiato per le 75 donazioni di sangue

Domenica 25 febbraio, la sala polifunzionale di via Chabat ha ospitato la 59ª assemblea annuale dei donatori di sangue dell’Avis di Dogliani. La mattinata si è aperta con le relazioni del presidente Roberto Gabetti...