Caserma allagata: il corso della Forestale continua a Torino

I cento allievi del Corpo forestale dello Stato riprenderanno le lezioni a Torino.

La notizia, pur se non ufficiale, è certa. I cento allievi del Corpo forestale dello Stato, che stavano frequentando il corso per vice-sovrintendenti “Lago Maggiore”, stante la non disponibilità del Centro presso la caserma “Galliano” di Ceva, riprenderanno le lezioni a Torino. «Saranno ospitati alla Scuola Allievi Carabinieri della caserma di via Cernaja – conferma il comandante regionale della Forestale, ing. Paolo Salsotto – per il tempo necessario a rendere nuovamente agibili i locali, allagati dall’esondazione del Tanaro, fra giovedì e venerdì scorsi».

Gli allievi vice-sovrintendenti provenienti da tutta Italia, ma soprattutto dal Settentrione, concluderanno il corso entro la primavera del prossimo anno, quando dovrebbe già essere scattato il passaggio del Corpo, nell’Arma dei Carabinieri. «Dai sopralluoghi già effettuati – aggiunge l’ing. Salsotto – i danni sarebbero veramente limitati: poi grazie ai tanti giovani, soprattutto studenti che si sono uniti ai nostri agenti, anche l’azione di pulizia dal fango, è quasi completata. Tutto fa quindi sperare per il meglio. Con un particolare, la presenza di tanti mezzi multimediali ha permesso di filmare l’ingrossamento del Tanaro in tempo reale, raccogliendo materiale che servirà certo per capire cosa sia accaduto e dove si siano verificate criticità».

Intanto il presidente della Fondazione CRC, Giandomenico Genta, ha già comunicato di aver stanziato la somma necessaria per la rimessa in funzione dell’impianto termico. «La Fondazione ha sempre sostenuto la “Galliano” – conclude l’ing. Salsotto – e per questo ringraziamo il presidente Giandomenico Genta, che venerdì scorso a Ceva, ha incontrato il comandante del Centro, Stefano Anania, per informarsi della situazione».

Scopri anche

Il nuovo “Moro” del Carnevale di Mondovì è Mario Bosia

Il nuovo "Moro" del Carnevale di Mondovì è Mario Bosia. Prende il posto di Guido Bessone, che ha indossato la maschera dal 2018 al 2022. Mario, 40 anni, per tre anni è stato uno...

“Carrù paese dei Babi cru”, rivivono in tavola le antiche pere ritrovate

Perché gli abitanti di Carrù sono chiamati “Babi cru”? Tutto è partito da una semplice domanda e ha portato, per il momento, a una gustosa cena a base di un’antica varietà di pere. Nel...

Trinità: vandali lanciano e distruggono vasi di fiori nella chiesa della Madonnina

Nuovo episodio di vandalismo, purtroppo, a Trinità. Il sindaco Ernesta Zucco, esasperata dal ripetersi di atti contro il patrimonio collettivo, ci segnala l'ennesima "brutta sorpresa". Ad essere presa di mira è stata nuovamente la chiesa...

Si torna giocare sul campo da calcetto dell’Altipiano!

È stato bello vedere l’entusiasmo dei ragazzi e degli animatori, sabato 25 novembre, all’inaugurazione del rinnovato campo da calcetto. Dopo la breve cerimonia, si sono fiondati sull’erba del campetto, con l’argento vivo addosso e...

La Provincia donerà la Costituzione ai neo diciottenni

Con una lettera a firma del consigliere provinciale delegato alle Politiche giovanili Pietro Danna, la Provincia ha comunicato, in questa prima fase, a tutti i sindaci dei Comuni con meno di 3.000 abitanti la...

25 Novembre, i numeri del Centro antiviolenza: 200 chiamate, 37 donne aiutate, numeri in...

Duecento chiamate in un anno (l’anno scorso erano state 140). E quarantacinque donne accolte (l’anno scorso erano una trentina), di cui trentasette con figli. Questi i numeri del Centro di antiviolenza “L’Orecchio di Venere”....