Usciamo dal fango: il cuore dei volontari

Gli "angeli del fango", gomito a gomito a spalare acqua e terra da strade, piazze e scuole. I nostri paesi si rialzano dopo l'alluvione.

Sabato scorso, il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, accompagnato dal ministro Enrico Costa, si è recato nelle diverse località della valle Tanaro, da Ceva ad Ormea, per rendersi conto di persona dei danni. E, al suo rientro a Torino, ha postato sul suo sito Facebook, una lode particolare per cosa aveva visto: tanti migranti – ospitati a Ceva, come a Garessio ed Ormea – scesi in strada a spalare fango, accanto ai a giovani studenti italiani. «Tra i tanti volontari che ho incontrato oggi anche molti migranti ospiti dei centri di accoglienza della zona. Gomito a gomito a spalare acqua e fango insieme a tutti gli altri. Nella foto sono con insegnanti e migranti all’Istituto “Baruffi” di Ceva. È anche così che l’Italia funziona meglio».

Come chiamarla, solidarietà? Desiderio di fare qualcosa per rendersi utili? Forse. Credo invece che sia stata la fiducia che è stata loro data. Non ora, ma mesi fa, quando arrivarono e si guardavano intorno smarriti.

I DANNI: 110 MILIONI DI EURO

In quei giorni, proprio qualche insegnante del “Baruffi” con i propri studenti, andò loro incontro, col sorriso e con le mani tese. Ascoltando le loro storie e dando quel sostegno morale che nel tempo è germogliato. Così quei migranti sono andati a scuola a raccontare e ad ascoltare. Hanno conosciuto l’accoglienza e hanno condiviso con loro coetanei gli stessi spazi. Un cammino che a Ceva è stato condiviso ed ha fatto parte di un progetto, che ha coinvolto anche gli ospiti di Ormea. «Per questo – spiega la vicedirigente dell’Istituto “Baruffi”, Luciana Mondino – quando i nostri studenti si sono presentati per “dare una mano”, anche loro si sono uniti. Suscitando l’ammirazione del presidente Chiamparino».

STORIE E IMMAGINI

Ma sono state tante le braccia di altri volontari a scendere in campo. In tutte le località in cui l’acqua e il fango l’hanno fatta, per oltre 36 ore, “quasi” da padroni. Si sono viste tutte le divise dei diversi Corpi, senza distinzione di colore, di competenze o di territorialità. Come 22 anni fa Alpini, Esercito, Carabinieri, Finanza, Polizia di Stato, Polizia stradale e Polizia locale, Forestale, Vigili del fuoco, Soccorso Alpino, Aib, Protezione civile, volontari di Croce Rossa e Anpas, Crocerossine… fianco a fianco, per portare sollievo, aiutare, spalare, con un occhio attento alla ricostruzione. Con loro anche Scout, persone qualunque, operai e tecnici delle aziende di gas, telefonia e luce, cantonieri dei vari Comuni e della Provincia, mamme e papà, anche nonni e tanti, tanti giovani, il vero mondo di domani.

Musica, spettacoli, cinema all’aperto, circo, arte: a Mondovì un luglio pieno di cose da...

Abbiamo raccolto qui, in un'unica pagina, gli eventi in programma a luglio a Mondovì.: sarà un'estate decisamente ricca di appuntamenti con MoVì Festival, Piazza di Circo, i Doi Pass. Clicca su ogni articolo per i...

Frontale a Garessio sulla Statale 28, riaperta la strada

Poco prima delle 15,30, è stata riaperta al traffico la strada statale 28 del Colle di Nava. A causa di un incidente stradale, era stata chiusa nel primo pomeriggio, in entrambe le direzioni, a...

Crava vince il “Palio delle frazioni” di Rocca de’ Baldi

Al "Palio delle frazioni" di Rocca de' Baldi, dopo due settimane di gare, nella serata finale di sabato 22 giugno, trionfa la squadra di Crava. Vittoria al fotofinish per Crava, che centra il successo finale...

Il pellegrinaggio degli Alpini al Mindino

Una bella giornata di sole, sabato, ha fatto da scenario alla tradizionale passeggiata-pellegrinaggio alla croce del Monte Mindino da parte degli Alpini di Garessio. Il parroco don Giancarlo Canova, insieme a don Olesy Budziak,...

Garessio, inaugurata la tela di Giugiaro: il “Battesimo di Gesù”

Bagno di folla ieri, sabato 22 giugno, nella chiesa di San Giovanni al Borgo Maggiore per l’inaugurazione della grande tela (9x5 metri) realizzata e donata da Giorgetto Giugiaro. La tela che va ad aggiungersi...

A Mondovì a luglio e agosto attivo il servizio di “Scuola Materna estiva”

Anche per il 2024 il Comune di Mondovì attiverà la Scuola Materna estiva, con l’obiettivo di soddisfare le esigenze delle famiglie con genitori entrambi lavoratori, assicurando così un accompagnamento educativo-assistenziale durante il periodo delle...