Perché Mondovì non istituisce un bus-navetta serale per i giovani?

La proposta del gruppo #attiVì: un “nightbus” per agevolare la movida nei weekend.

A Mondovì la “movida” ha un difetto: la logistica. Per un giovane, magari minorenne, raggiungere un locale in cui passare una sera con gli amici vuol dire, nella migliore delle ipotesi, attraversare mezza città passando attraverso strade trafficate oppure zone buie considerate poco sicure. E comunque stiamo sempre parlando di una città distribuita su più livelli, ampia: non si può chiedere a un 16enne di spostarsi a piedi (o in biciletta) dall’Altipiano a Piazza alle 22 di sera. Domanda: perché il Comune non si dota di un servizio di navette dedicate ai giovani? Un “nightbus” che nelle sere dei weekend percorre tutta la città (magari in fasce specifiche: 20-22 e 00-02), fermandosi nelle principali piazze e nei pressi dei locali serali?

È la prima idea che arriva dal nostro progetto #attiVì, il gruppo di 20enni che da due settimane sta “lavorando” per sviscerare i temi legati al mondo giovanile a Mondovì. Il concetto è semplicissimo: un ragazzo sale sulla navetta nella fermata più vicino a casa sua e scende nei pressi del locale, pub o perché no cinema, in cui vuole andare. Il vantaggio sarebbe enorme: si eviterebbe di dover far muovere in auto i genitori o gli amici, le fermate sarebbero in luoghi ben illuminati e visibili (magari nei pressi delle telecamere già fissate). E consentirebbe una valida alternativa a chi, se ha bevuto un po’ di più, non vuole mettersi al volante per non rischiare incidenti.
Al momento a Mondovì c’è un solo locale, la discoteca “Sottaceto”, che è dotata di un servizio navette privato. Il Comune potrebbe organizzare un servizio simile per il centro urbano, con qualche fermata anche nei pressi delle frazioni? Magari facendo transitare la navetta anche davanti alla stazione ferroviaria, così da aggiungere un passaggio costante in un luogo considerato poco frequentabile la sera? I ragazzi, dicono, sarebbero anche disposti a pagare per un servizio così: tramite un normale biglietto come per il pullman o la funicolare, o tramite un abbonamento. Addirittura si potrebbe pensare a un percorso standard e a un “sovrapprezzo” kilometrico per chi chiede di essere portato vicino a casa. Magari includendo tappe specifiche in occasione di eventi serali particolari (come le serate di “Wake Up” a Mondovicino). Sarebbe più economico di un taxi, un servizio vero.

Cos’è il progetto #attiVì
Uno spazio che L’Unione riserva alle idee dei 20enni monregalesi. Un gruppo di ragazze e ragazzi è al lavoro: le loro idee, proposte, lamentele, allarmi o suggerimenti diventeranno spunti per la nostra rubrica. A ogni puntata, un tema – fino alle prossime elezioni comunali. Loro ci mettono la voce, vediamo se i candidati ci mettono le orecchie.

RI-FONDAZIONI: Raviola in SP, Gola in CRC e Robaldo punta al “tris”

Le ruote hanno girato in meno di 24 ore. «Mi lascio alle spalle otto anni di impegno in CRC e si apre una nuova sfida in Compagnia San Paolo». Lunedì 15 aprile Ezio Raviola...

Tre arresti per la banda del camper (a noleggio) dopo cinque furti nei negozi

Come anticipato, nella notte tra il 12 e 13 aprile, diversi esercizi pubblici di Ceva, Bastia Mondovì e Carrù erano stati “visitati” dai ladri, che si erano impossessati di alcuni telefoni cellulari e del...

È di Torre una delle “dieci donne che salvano la terra” per Slow Food...

Lunedì mattina a Torino, in occasione della Giornata mondiale della terra” si è tenuta la conferenza stampa dell’evento “10 donne che salvano la terra”, una delle iniziative organizzate da Slow Food Italia in vista...

Ernesto Billò con “La Resistenza dei giovanissimi” inaugura il 25 aprile a Carrù

Sarà la deputata cuneese e vicepresidente nazionale del Partito Democratico Chiara Gribaudo a tenere quest’anno l’orazione ufficiale a Carrù nell’ambito delle celebrazioni del 25 aprile. Invitata dalla sezione locale dell’Anpi e dal Comune, la...

Medico di base a Farigliano: la dott.ssa Apostolo prende servizio il 13 maggio

Dal 13 maggio prossimo la dottoressa Romina Apostolo si inserirà in qualità di medico nel ruolo unico di Assistenza Primaria a ciclo di scelta (Medico di Medicina di Medicina Generale) attualmente autolimitata a mille...
gruppo figli genitori separati

Gruppo di ascolto e confronto dedicato ai figli dei genitori separati

Diamo voce ai nostri figli! A Mondovì un Gruppo di ascolto e confronto dedicato ai figli dei genitori separati Lo studio “La Giraffa - Professionisti per la gestione del conflitto”, nell’ambito delle iniziative avviate, propone...