Giullari e Meduse trionfano al Carlevè 2017: Peveragno e Cuore Immacolato vincono la sfilata

Un cielo splendido ha brillato sulla seconda sfilata dei carri e dei gruppi. Ecco la classifica finale. Un'edizione da "nuovo record" per il Carlevè.

Il Carlevè 'd Mondvì 2017 verrà ricordato come l'edizione dei record: tre settimane di eventi in grado di attrarre in città spettatori da tutta la Regione e non solo, per un tutto esaurito registrato non solo alle due sflate ma anche a tutti gli eventi collaterali di un carnevale che regala sorrisi ed offre solidarietà.

Oltre 20.000 le persone che hanno assistito alla prima maestosa sflata, di poco inferiore la stima delle presenze anche alla seconda: un tripudio di applausi per i tremila sflanti che hanno proposto colorate e divertenti coreografe sotto il palco della Giuria e lungo il circuito. Tra i carri trionfo per “Giullar sognando” di Peveragno, seguito in classifca da “Tra la tristezza e la magia trionferà la follia” di Candiolo e “La crisi avanza” di Racconigi. Nei gruppi mascherati si aggiudicano il titolo le “Urti...canti” meduse monregalesi del Cuore Immacolato di Maria, al secondo posto “Kung fu panda, con Villero e la sua banda” di San Quintino Villero di Mastia Mondovì ed al terzo “Fidel Nastro” di Mondovì Sant'Anna.

LA CLASSIFICA FINALE COMPLETA del Carnevale di Mondovì
CARRI
1 Peveragno, "Giullar Sognando"
2 Candiolo, "Fra la tristezza e la magia dominerà la follia"
3 Racconigi, "La crisi avanza"
4 ex aequo Caraglio, "Paschere sulla cresta dell'onda", e Margarita, "Quando la realtà annoia la fantasia vive"
Premio del presidente al carro di Scalenghe, "Acrobazie bestiali": il carro "sfortunato" che non ha potuto partecipare alla seconda sfilata per un problema tecnico, ma gli sfilanti hanno presenziato ugualmente!

GRUPPI
1 Mondovì Parrocchia Cuore Immacolato, "Urticanti in allegria"
2 S. Quintino e Villero, "Kung fu panda"
3 Mondovì S. Anna, "Fidel Nastro"
4 ex aequo: Mondovì Ferrone "Pingu pongi, migrazione antartica" e Pro loco Pianfei "Gondolieri del lago di Pianfei"
Premio del presidente: Roccaforte, "A carnevale ogni meta vale" per la simpatia.
Riconoscimenti speciali:
Carro più colorato e bimbo più piccolo in sfilata: Roletto, "Doctor Matt".
Carro più votato dai lettori "La Stampa": Racconigi, "La crisi avanza".
Borgo Romanisio, "I super puffi", per la assidua partecipazione.
Gruppo delle Frazioni "Meglio due giorni da pecora" per l'altissimo numero di bambini presenti nel gruppo.
Gruppo "Capitan Harlock sbarca a Mondovì" di "Cantine Bonaparte" per i costumi e il tema originale.
Gruppo di Beinette "Mucche pazze allo sbaraglio" per la scelta del tema rurale.
Scuola di danza "La Terna" per la dedizione al Carlevè.

«La Famija Monregaleisa - dichiara il presidente Enrico Natta - è orgogliosa di questo carnevale, una manifestazione grandiosa, emozionante, in grado di proiettare il nome di Mondovì ben oltre i propri confni naturali. Dalle numerose citazioni televisive, tra cui voglio sottolineare l'annuncio di “Cabarettando” a Striscia la Notizia, sino al clamoroso successo sui social network con più di 100.000 interazioni ottenute su facebook ed instagram. Il nostro è ormai un carnevale globale, così grande grazie all'impegno immenso della Corte del Moro: a loro va in primis il mio ringraziamento e della Famija Monregaleisa, nonché quello dell'intera Città da loro rappresentata. Grazie all'Amministrazione Comunale che crede fortemente nel Carlevè così come tutti i nostri sponsor privati, capeggiati da un'istituzione che defnirei fondamentale: la Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo. Grazie ai tremila sflanti ed ai preziosissimi responsabili di ogni singolo gruppo, maestri nel creare abiti e scenografe di altissima qualità. Grazie a tutti i volontari della Famija Monregaleisa e a quelli della Protezione Civile coordinati dal responsabile della sicurezza Giorgio Colombo. Grazie anche a tutte le Forze dell'Ordine per l'indispensabile lavoro che garantisce la sicurezza della nostra manifestazione. Il Carlevè è un insieme di tante piccole cose che, unite, creano un evento favoloso». L'intensa settimana carnascialesca del Moro e della sua corte ha avuto innumerevoli appuntamenti: dalle scuole e dalle case di cura del Monregalese alle tradizionali feste alla Cà del Moro (degli anziani, Anfass, dei bambini), dalla cena dei Lombardi all'interno del suggestivo centro espositivo Santo Stefano (con la consegna delle “patacche di benemerenza”) allo spettacolo benefco “Cabarettando per Mauro e Daniela”. Un susseguirsi incalzante di incontri in cui raccontare la propria secolare storia, aiutati dall'ormai rinomata flastrocca, per poter regalare sorrisi e solidarietà. Il percorso continuerà domani con ulteriori tappe 'scolastiche' e il Veglione dei Commercianti. Il martedì grasso vedrà la Corte protagonista a Mondovicino per il carnevale dedicato ai bambini con i protagonisti dello “Zecchino... Moro” e la Scuola di Circo Macramè. Venerdì 3 marzo l'undicesima edizione di “Un sorriso per Giorgia”, spettacolo di benefcenza che vedrà impegnati sul palcoscenico i Trelilu ed il Mago Alexander per una strabiliante “Lilusione”