Omicidio premeditato e occultamento di cadavere: Assunta Casella condannata a 21 anni

La sentenza emessa questa mattina in Corte d'Assise a Cuneo. La donna condannata per omicidio premeditato e occultamento di cadavere.

Ventun anni e tre mesi. Questa la sentenza per Assunta casella, oggi (venerdì 14 luglio) condannata per l'omicidio volontario e l'occultamento del cadavere del marito Severino Viora. I fatti risalgono al giugno del 2016. L'uomo fu addormentato con un sonnifero (lo Zolpidem, di cui fu rinvenuta una confezione nella stufa) e poi soffocato, forse con un cuscino. La donna avrebbe tenuto nascosto in casa il corpo per ore e infine lo caricato su una carriola e gettato nel noccioleto a fianco della cascina in cui vivevano.

LEGGI: cadavere rinvenuto in un noccioleto

Meno di due ore di Camera di consiglio, poi la Corte (presieduta dal giudice dott. Andrea Pisanu) ha letto la sentenza. la Procura aveva chiesto l'ergastolo, ma la Corte ha riconosciuto alla donna (59enne) le attenuanti generiche.

LEGGI: narcotizzato e poi soffocato, ecco come è morto Severino Viora

L'uomo narcotizzato e poi soffocato: «Voleva rifarsi una vita senza di lui»
Le motivazioni de gesto, secondo l'accusa: «Ha deciso di uccidere il marito almeno un mese prima, quando ha comprato il farmaco e lo ha usato per mettere in atto l’omicidio. Voleva iniziare una nuova vita senza di lui», aveva detto il pubblico ministero Attilio Offman durante l'arringa finale. «La donna ha acquistato un sonnifero Zolpidem l’8 maggio e da quel momento iniziò a diffondere la storia che il marito aveva un’amante di origini romene».

IL MEDICO. «La moglie si fece prescrivere il farmaco qualche tempo prima»

La donna, durante le ricerche del pensionato scomparso, aveva infatti cercato di tranquillizzare i familiari dicendo che il marito era andato all’estero a fare una vacanza con l’amante. Per l’accusa inchiodare Assunta Casella, sono, fra il resto, le “Innumerevoli contraddizione” in cui è caduta nei giorni successivi alla morte del marito. Il movente? «Voleva rifarsi una vita e la presenza del marito glielo impediva»

santa lucia visite villanova

Al Santuario di Santa Lucia di Villanova M.vì continua il successo delle visite guidate

Domenica 7 luglio il Santuario di Santa Lucia in Villanova Mondovì sarà aperto al pubblico con visite guidate al pomeriggio (dalle ore 14.30 alle 17 con servizio navetta). La riapertura durante le prime domeniche...

A Lourdes con “Diversamente”. Il pellegrinaggio vissuto con intensità

Un prezioso aggiornamento sul pellegrinaggio in corso a Lourdes per iniziativa dell’Associazione “Diversamente” Aps, con 130 pellegrini accompagnati da don Meo Prato, p. Bart Monge e don Tano Bellino. Presenti anche una...

CONTEST Y: vince la cantante Clay

La sua voce ha incantato tutti. Clay, cantante di 28 anni di Bastia Mondovì, con le cover "Sober" e "If I were a boy", ha vinto il primo Contest Y di Mondovì. Quattro serate...

Una realtà da scoprire: il Centro diurno Nucci Banfi “apre” ai doglianesi

Piacevole e interessante serata all'insegna dell'amicizia e del "senso di comunità", mercoledì 24 luglio, nel borgo antico di Castello, a Dogliani. Il Centro diurno Nucci Banfi, realtà ormai ben radicata nel tessuto sociale doglianese,...

Addio a suor Antoniangela, storica maestra negli Asili di Bastia e Carassone

Le comunità di Mondovì, Bastia e Santa Maria Rocca, piangono la scomparsa di suor Antoniangela, Domenicana presso il convento di Carassone, classe 1934, al secolo Michelina Cugusi. Originaria della Sardegna, per tanti anni insegnante...
Trelilu spettacolo Nigella Niella

A Niella Tanaro spettacolo dei Trelilu per la Nigella

“Mai a basta” è lo spettacolo dei Trelilu che si terrà mercoledì 31 luglio alle ore 21 al castello di Niella Tanaro, per la Nigella, ad ingresso libero. L’iniziativa è organizzata dall’Associazione Nigella ODV...