Profughi nel Monregalese: così si ridurranno i numeri. L’accoglienza passa sotto il controllo diretto dei Comuni

Stop alle accoglienze fatte per fare business. Tutti numeri, paese per paese.

L’accoglienza profughi nel Monregalese cambia forma. Col 2018 prende il via il progetto della rete Sprar, “Sistema pubblico per richiedenti asilo e rifugiati”. Cambia tutto: è la fine dei centri di accoglienza straordinari, stop ai profughi alloggiati da cooperative che fanno riferimento a hotel o simili. I Comuni che hanno aderito, 13 in tutto compresa Mondovì, potranno gestire i rifugiati direttamente, grazie al progetto del Cssm: tolti pochissimi casi, in nessuno di questi centri arriveranno altri richiedenti asilo. I prossimi nuovi arrivi saranno probabilmente tutti nei Comuni che sono rimasti fuori.

LEGGI - I profughi: Comune per Comune, quanti potranno essere accolti

Ulteriori particolari su L'Unione Monregalese del 31 gennaio 2018