#MONDOVÌROMA: DIARIO DI VIAGGIO, parte 7: l’arrivo

Ultimi giorni di cammino: Campagnano - La Storta - Roma. 25 km più altri 17

Ultimi giorni di cammino: Campagnano - La Storta - Roma. 25 km più altri 17

"Io voglio vivere"
Abbiamo vissuto insieme gli ultimi giorni di cammino, non siamo solo più 20 ma 110, da quando ci siamo uniti a Cuneo. 110 giovani che vivono, pregano e camminano insieme, e insieme condividono la gioia e la fatica quotidiana. Ma soprattutto condividono la bellezza che questo cammino regala. Quello che da Campagnano ci porta a La Storta nella prima tappa insieme. Durante la mattina tre domande guidano la nostra riflessione: che cosa Dio vuole che io faccia? Cos'è per me la Chiesa? Cosa posso fare io di concreto nella mia parrocchia e nella mia diocesi? Fa effetto vedere tutti questi giovani che camminano insieme ma in silenzio assoluto, facendosi compagnia con gli stessi passi. Al pomeriggio invece il cammino è accompagnato da un diluvio improvviso che bagna tutti lungo la strada. Alla sera, si condividono insieme i pensieri maturati sulla strada, dalla voglia di una chiesa più vicina ai giovani, più attraente e attenta ai bisogni delle persone, alla cosa da non scordare mai, ricordata da don Giordi: innamorarsi di Gesù. E fare ogni cosa partendo da questo.

Siamo arrivati! Una gioia immensa

Abbiamo camminato questi ultimi 17 km che ci separano da Roma con in cuore la certezza che ce la stiamo facendo, che dopo otto giorni di cammino siamo ormai all'ultima tappa del nostro percorso. Gli ultimissimi km prima dell'arrivo in piazza San Pietro li viviamo cantando, per ingannare la fatica degli ultimi passi. Dopo una tappa ballando ye ye ye - filmati dai curiosi che probabilmente si chiedono cosa staremo mai facendo - facciamo gli ultimi 20 metri correndo per mano. L'arrivo è una gioia indescrivibile, che cancella ogni dolore possibile: ci sono risate, qualche lacrima e moltissimi abbracci. Nemmeno noi ci crediamo: dopo più di 200 km percorsi, siamo arrivati a Roma. E le persone riunite davanti a San Pietro festeggiano con noi, perché la gioia è contagiosa, e sono certa che la nostra ora è più che mai visibile.

SEGUI IL CAMMINO SU INSTAGRAM

Dieci giorni di cammino lungo la via Francigena, da San Quirico d’Orcia in Toscana fino a Roma. Accompagnati da don Pucci e da don Giordi, vivranno un’esperienza di cammino che impegnerà tanto le gambe quanto il cuore: un cammino che è anche occasione di riflessione, di preghiera e condivisione. Li aspettano una media di 25 km al giorno lungo la via Francigena, nella fatica e nella bellezza, con soste nelle palestre o nelle strutture parrocchiali dei luoghi attraversati. A partire dalla penultima tappa, il gruppo di Mondovì e Saluzzo si unirà ai 93 ragazzi della diocesi di Cuneo partiti negli stessi giorni da Assisi, percorrendo con loro gli ultimi km verso Roma. Altri 56 ragazzi di Mondovì partiranno invece il 9 agosto, per raggiungere i giovani del Piemonte e della Valle d’Aosta a Torino: dopo la festa a Venaria e la visita speciale alla Sindone arriveranno a Roma nella giornata dell’11 agosto, in tempo per riunirsi agli amici già partiti e vivere insieme i due giorni di incontro con Papa Francesco, dal titolo “Siamo qui!”.