Caseificio Tramonti Formaggi freschi Mozzarella

Mondovì sarà una città “sì-TAV”

Un ordine del giorno ad hoc nel prossimo Consiglio comunale

Nel prossimo Consiglio comunale, che si riunirà martedì 27 novembre, c’è un punto all’ordine del giorno che non c’entra nulla con la città: è un’espressione politica a favore della TAV. “Ordine del giorno a favore dei lavori di completamento del collegamento ferroviario ad alta velocità e ad alta capacità fra Italia e Francia” si legge nell’odg. Un “sì” politico, che un po’ sorprende, considerato che in altre occasioni – per esempio, la discussione sullo Ius Soli – alcune frange dell’Amministrazione si erano smarcate sostenendo che preferivano non esprimersi su temi di politica nazionale. L’ordine del giorno sarebbe stato già sottoscritto dall’intera maggioranza e da consiglieri provenienti da entrambi gli schieramenti della minoranza.

LA CONVOCAZIONE
È stato convocato per martedì 27 novembre, alle ore 19, nella Sala del Consiglio del Palazzo Comunale il Consiglio Comunale della Città di Mondovì. Quattro i punti all’Ordine del Giorno: comunicazioni in merito al prelievo dal fondo di riserva ordinario e di cassa; provvedimenti in merito alla variazione di bilancio di previsione 2018/2020; Ordine del giorno a favore dei lavori di completamento del collegamento ferroviario ad alta velocità e ad alta capacità fra Italia e Francia e, infine, risposta alle interrogazioni sulla Fondazione Crc, sulla destinazione d’uso degli impianti produttivi dell’ex Gazzola, sul futuro di piazza Maggiore nel rione Piazza (ztl, area pedonale, trasporti, illuminazione e arredo urbano), sugli asseriti ritardi nella realizzazione del progetto “Liber” all’interno del fabbricato Ex Orfane e sul conseguente asserito rischio di perdere il contributo di due milioni di euro del progetto “Faro” della Fondazione Crc; sulle scelte dell’Amministrazione Adriano per la cosiddetta “strettoia di Carassone”.

FOTO: ANSA PIEMONTE

Caseificio Tramonti Formaggi freschi Mozzarella