Caseificio Tramonti Formaggi freschi Mozzarella

Grossi cambiamenti al mercato di Mondovì: via i banchi da piazza Ferrero

Presentata ai mercatali la bozza dei nuovi piazzamenti: accorpamento in piazza Ellero, nuovi posti anche in via Silvestrini

La “quadra” è stata trovata. Dopo mesi di discussioni attorno al tema del mercato del sabato, il Comune ha presentato agli ambulanti la proposta sul futuro assetto dei banchi. E la novità è quella che i mercatali avevano chiesto: un mercato più compatto, con un accorpamento in piazza Ellero e senza più banchi in piazza Ferrero. L’area “dei mattatoi” diventa parcheggio, risolvendo così una questione che andava avanti da mesi.

COSA CAMBIA?
La modifica più grossa riguarda piazza Ferrero, che di fatto non sarà più “piazza di mercato”. Nella proposta fatta dal Comune agli ambulanti, tutti i banchi verranno trasferiti: quelli alimentari dovrebbero essere ricollocati in piazza Ellero, sul lato lungo il fiume, all’incirca in corrispondenza delle due ali coperte (che resterebbero adibite al “mercato contadino” dei prodotti locali). Nuovi posti per gli “spuntisti” verranno ricavati in alcune zone di piazza Ellero, mentre sono previsti nuovi banchi sul lato esterno (anche se questo dettaglio è da definire, considerato che la zona tra via Alessandria e via Biglia aveva dei posti auto) e nel primo tratto di via Primo Silvestrini, all’ingresso del mercato per chi viene dal parcheggio in piazza “dei Ravanet”.

SODDISFATTI I COMMERCIANTI DELLA PIAZZA “SACRIFICATA”
A sollevare il problema erano stati soprattutto gli ambulanti della piazza degli ex-mattatoi che, negli scorsi incontri, avevano lamentato una situazione ormai insostenibile: pochissimi banchi rimasti e una collocazione ritenuta troppo marginale. La nuova bozza del Comune invece ha trovato un consenso praticamente unanime: «Siamo ampiamente soddisfatti di questa ricollocazione – conferma Gualtiero Chiaramello, delegato FIVA –, che è stata accettata da tutti. Ringraziamo il Comune per la disponibilità e il confronto, che ha dato i suoi frutti». «Mi fa molto piacere che la bozza sia stata recepita favorevolmente – risponde il sindaco Paolo Adriano –. Vi sono ancora alcuni giorni di tempo per presentare eventuali osservazioni, ma una soluzione condivisa ci consentirà senz’altro di procedere speditamente con l’attuazione del progetto».

Caseificio Tramonti Formaggi freschi Mozzarella