Wifi libero e gratuito: finanziamenti per cinque Comuni

Quindici mila euro per Castelnuovo di Ceva, Morozzo, Beinette, Monastero di Vasco, Nucetto, grazie ad un bando europeo

Un premio da 15.000 euro, per ogni Comune vincitore del bando. Una porzione dei 42 milioni di euro stanziati in totale dal progetto Wifi4Eu, un’iniziativa che mira a consentire a sempre più Comuni di dotarsi di una rete wifi pubblica e gratuita, in modo da garantire a tutti i cittadini europei un accesso alla rete il più possibile libero. Sono stati selezionati per il bando numerosi Comuni di tutta Europa: per il Monregalese e il Cebano i vincitori sono Castelnuovo di Ceva, Morozzo, Beinette, Monastero di Vasco, Nucetto. Saranno assegnatari di un buono di 15.000 euro, da destinarsi all’installazione di una serie di hotspot wi-fi, nei luoghi pubblici come parchi, piazze o edifici pubblici, come biblioteche e centri sanitari. Il percorso per giungere a questa assegnazione è stato piuttosto lungo (un primo bando, a maggio, è stato annullato per vizi di forma), l’elenco dei Comuni e le Associazioni è stato concordato con ciascun Stato membro. I comuni sono stati selezionati in base all’ordine di presentazione delle domande, ogni stato membro aveva diritto all’assegnazione di un minimo di 15 buoni per paese. Ora i Comuni che si sono visti assegnare i fondi devono garantire il completamento dell’installazione e l’attivazione degli hotspot entro un anno e mezzo. Entro questo termine i beneficiari dovranno definire il proprio progetto, scegliere un’impresa che porti a termine l’installazione. I nuovi impianti dovranno essere installati in aree in cui non siano già presenti offerte analoghe. I beneficiari dovranno inoltre abbonarsi per almeno tre anni a un servizio che garantisca connettività a bada larga ad alta velocità. Se il costo delle apparecchiature e dell’installazione è coperto dal buono, non lo è quello della gara d’appalto, del funzionamento e della manutenzione delle apparecchiature.