Chionetti-Paruzzo: botta e risposta sul futuro del “Sacra Famiglia” di Dogliani

La minoranza: «Il progetto non convince. Prendiamoci tempo per decidere». Il sindaco: «Faremo un Centro diurno e uno per la cura dei disturbi alimentari»

Dopo aver sollevato la questione durante l’ultimo Consiglio comunale, a fine dicembre, a Dogliani il capogruppo di minoranza Nicola Chionetti torna sul “tema caldo” della futura gestione del “Sacra Famiglia” di Castello. Secondo i piani dell’Amministrazione comunale del sindaco Franco Paruzzo il caseggiato, inutilizzato dal 2013, probabilmente verrà assegnato al “Consorzio Sinergie Sociali”, che ha presentato un progetto di riutilizzo della struttura in campo socio-assistenziale. L’idea ha convinto anche la speciale commissione di esperti costituita proprio per analizzare le offerte disponibili, anche se per l’attuazione del piano dal punto di vista operativo mancherebbe ancora il “via libera” definitivo della Asl. I progetti del “Consorzio Sinergie Sociali”, così come appaiono ora, però non convincono affatto Nicola Chionetti. Del parere opposto invece sono il sindaco e l’assessore Modesto Stralla.

 

Sull’edizione cartacea del giornale, uscito in edicola il 30 gennaio, sono disponibili gli interventi integrali di Paruzzo e Chionetti.