Mondovì, ancora falsi messaggi sulle scuole chiuse. L’assessore: «Ora basta, questa volta valuterò il da farsi»

Screenshot di informazioni false o fuorvianti.

Falsi messaggi attribuiti all'assessore Luca Robaldo e informazioni errate: oltre alla neve, a Mondovì fioccano anche le fake news. Che rendono sempre più difficile distinguere tra informazione corretta e... scemenze. Come già fatto la scorsa settimana, invitiamo le persone a prestare attenzione: le informazioni CORRETTE vengono diffuse in modo ufficiale, non 

Ieri sera (venerdì 1 febbraio), dopo le 21 - quando ormai il Comune di Mondovì aveva ufficializzato la non-chiusura delle scuole -, qualche studente ha fatto circolare una finta conversazione  whatsapp in cui simulava uno scambio di messaggi con l'assessore Robaldo. Una chat mai avvenuta, ricostruita probabilmente ffra due numeri di telefono, uno dei quali aveva salvato l'altro contatto col nome "Luca Robaldo, assessore". «L'allerta per domani è passata da gialla d arancione perciò... le scuole rimarranno chiuse»: tutto falso. Il tono informale e l'immagine del profilo avrebbero dovuto suonare come campanelli d'allarme, ma ovviamente queste sottigliezze possono sfuggire a chi non è avvezzo a sondare i dettagli di questi scambi di messaggi. La reazione dell'assessore è di rabbia: «Questo non deve succedere. Credo procederò con la denuncia».

Ieri pomeriggio è circolato anche uno screenshot di un sito che riportava l'informazione, errata, della chiusura delle scuole a Mondovì.