Rioni 2019: futuro nebuloso per le Frazioni, rischiano di saltare il Palio

Tutt’altro che certa la partecipazione del Team bianco-blu

Primi spifferi e prime indiscrezioni per il Palio dei Rioni. L’edizione 2019 è ancora lontana, ma già qualcosa si muove. Intanto, Franco Degrandis, Maestro Priore del Palio, nelle prossime settimane convocherà una riunione “esplorativa” con il Consiglio dei Priori delle varie squadre per cominciare a organizzare la prossima edizione. Il rischio, tutt’altro che nascosto, è che da 9 i team al via si riducano a 8. Secondo alcuni rumors, il Team Frazioni non è affatto certo della partecipazione. Dopo le ultime due edizioni piuttosto deludenti e alcuni importanti forfait in seno al gruppo, la situazione in casa frazionista è piuttosto complicata e il rione della Confederazione delle periferie sta riflettendo se rinunciare alla partecipazione. Il Team paga la scarsa attenzione alle vicende della squadra da parte di molti “compaesani” e i numerosi tentativi, fatti in passato, di coinvolgere tifosi, giocatori o semplici appassionati non hanno ottenuto grandissimi risultati. E tutto ciò è piuttosto strano per un “rione” dalle enormi potenzialità che, in realtà, nelle edizioni 2015 e 2016 aveva anche raggiunto ottimi risultati sportivi con un terzo e quarto posto.

Comunque, non tutto è negativo: il gruppo dirigente, pur nelle difficoltà, è compatto e giovane; forse manca proprio la categoria tra i 50 e i 60 anni. Uno dei problemi principali è la mancanza di un unico punto di aggregazione come per gli altri rioni: il Team Frazioni è proprio l’unione di paesi diversi, alcuni molto lontani tra loro, e le difficoltà organizzative sono notevoli rispetto alle altre squadre. Il Comitato di Contrada prenderà la decisione definitiva entro il mese di marzo, con la speranza che, nel frattempo, le forze in campo possano crescere e con esse anche l’entusiasmo. Team Frazioni, in teoria, potrebbe contare su un bacino di circa 2.600 persone, mica poco. Anche più di corazzate come Piazza o Carassone. Sarebbe davvero un peccato che il Palio Montis Regalis perdesse una delle protagoniste, già campione nel 1991, e che una parte della città restasse tagliata fuori dalla competizione. Staremo a vedere cosa accadrà.