Restituito ai monregalesi l’antico sentiero tra Piazza e Carassone

Una viuzza che costeggia la strada, usata in passato anche dagli studenti

Era un antico percorso pedonale utilizzato da generazioni, ma rovi, arbusti e vegetazione spontanea l’avevano quasi completamente inghiottito. Oggi, grazie all’intervento del Comune sotto segnalazione dei consiglieri Aimo e Mansuino (Mondovì Oltre), il sentiero di collegamento tra Piazza e Carassone è stato restituito ai monregalesi.
Un intervento chiesto da tanti residenti, di cui l’Amministrazione comunale ha accolto le istanze. Il Comune ha affidato i lavori di sistemazione di due tratti della scorciatoia a ottobre, mediante l’esecuzione di operazioni di trinciatura, sfalcio, pulizia delle aree, rimozione delle radici infestanti, livellamento del terreno e posa di ghiaia e materiale misto cava. L’intervento, conclusosi in questi giorni, ha reso di nuovo totalmente percorribile l’antica via. Prossimo step per Mondovì: il recupero della “Viòta”, altro caratteristico percorso degli studenti. Soddisfatti Aimo e Mansuino: «Questa è un’iniziativa alla quale teniamo molto, perché riteniamo importante valorizzare aspetti ormai dimenticati della città, come il percorso pedonale che si snoda fra Piazza e Carassone. Si tratta di un sentiero calcato da tantissime persone, soprattutto dagli studenti, che si recavano alle scuole di Piazza partendo proprio da Carassone. Abbiamo segnalato la necessità dell’intervento e siamo soddisfatti che i lavori si siano conclusi in tempo per la bella stagione».