Mondovì, crolla il telone che copriva la facciata di Sant’Evasio

La vecchia chiesa di Carassone al centro di una saga senza fine

Le raffiche di vento di lunedì 11 marzo hanno fatto crollare il telone che ricopriva la facciata della chiesa di Sant’Evasio a Carassone. Una chiesa, quella carassonese, che da anni è al centro di una "saga senza fine". I lavori per il restauro sono fermi da anni. L’ex chiesa di Carassone è sotto cantiere da ormai 7-8 anni. È stato rifatto il tetto, ci sono stati lavori alla sacrestia e soprattutto i restauri agli interni che hanno consentito di riportare alla luce antiche pitture preesistenti.

La Parrocchia l’aveva data in concessione al Comune, per farne una sala culturale polivalente destinata a ospitare mostre, rassegne, convegni. Il Comune la passò nelle mani dell’ex-Associazione culturale “Marcovaldo”: Associazione che poi chiuse e venne liquidata, e la chiesa tornò al Comune. Un paio di anni fa si pensò a un affitto alla comunità ortodossa, ma non se ne fece nulla. Al momento non ci sono progetti in corso per terminare il recupero.

AG Sanremo fiori piante grasse cactus succulente