Atti vandalici alla “Polis” di San Michele: sassi contro le finestre e porte divelte

Il sindaco: «Si tratta di un fatto grave. Per i responsabili lavori socialmente utili»

(r.b.) – Un altro atto vandalico a San Michele M.vì, dopo che la scorsa settimana qualcuno si era introdotto nella palestra delle Scuole, scaricando sul pavimento il contenuto di un estintore. Non c’erano stati danni, e i provvedimenti erano stati una lezione congiunta di sindaco e Carabinieri sull’educazione civica. Ma questa volta il fatto è più grave; il bersaglio, i locali della “Polis”, l’area polisportiva di San Michele M.vì. Tra venerdì e sabato qualcuno ha infatti divelto la porta di un quadro elettrico, poi ha lanciato mattonelle di porfido contro i vetri dell’area bar, rompendoli e introducendosi dentro.

Per il bar, il Comune è da tempo in cerca di un gestore, e l’inciviltà dell’atto ha provocato una ferma reazione nel sindaco Domenico Michelotti: «Sono profondamente amareggiato da chi compie questi gesti per il solo piacere di lanciare segnali negativi. La mia tentazione sarebbe di chiudere tutto il perimetro della Polisportiva: abbiamo da poco speso 18 mila euro per rifare il tetto e vorremmo consegnare al nuovo gestore locali in buono stato». Chi si è introdotto ha poi rovesciato panche e armadietti nella zona degli spogliatoi. «Bisogna capire che sono locali di tutti, un bene comune – continua il Sindaco –. C’è stato l’intervento dei Carabinieri e abbiamo sporto denuncia. Ora stiamo visionando le telecamere: se si troverà il responsabile o i responsabili, oltre a pagare i danni vorrei impegnarli nei lavori socialmente utili per un bel po’. Non tollero questi gesti di maleducazione e poco affetto»

Caseificio Tramonti Formaggi freschi Mozzarella