Caseificio Tramonti Formaggi freschi Mozzarella

LA RUBRICA CHE ABBAIA / In viaggio con Fido

In collaborazione con GEA

Si avvicina l’estate, e con questa il tempo di vacanze. Graziella ci ha scritto perché sta programmando un viaggio con Fido e voleva capire come fare. L’abbiamo chiesto a Cinzia, titolare dell’Agenzia “Si Viaggiare” di Ceva.
Sono molte le persone che si rivolgono a voi chiedendo di portare con sé il proprio cane? È un numero in aumento? Non sono ancora tantissimi, ma qualcuno c’è e il numero è in aumento.
Le strutture (spiagge, alberghi) italiane sono attrezzate? Fortunatamente in Italia ci sono sia hotel, villaggi che spiagge attrezzate per cani. Per quanto riguarda hotel e villaggi, i cani vengono accettati sia pagando una quota che gratuitamente. Alcune strutture hanno aree dedicate loro con servizio di cuccia e ciotola. Vengono accettati cani solo con museruola e certificazione sanitaria. E quelle estere? Anche all’estero ci sono strutture dove vengono accettati a pagamento i cani sempre con museruola e certificazione sanitaria.
Tralasciando le regole per i viaggi in auto (trasportino, cintura di sicurezza o rete divisoria), quali sono invece quelle per treno, nave o aereo? Per viaggiare viene sempre richiesto il passaporto con le relative vaccinazioni. Per quanto riguarda l’aereo ci sono compagnie che li accettano ed altre che non lo fanno. I cani di piccola taglia (6-10 kg compreso il peso del trasportino) sono ammessi in cabina. Bisogna usare trasportini - morbidi o semirigidi - delle dimensioni indicate dal vettore. I cani di taglia medio-piccola, media e grande devono viaggiare in stiva, anche qui in trasportini idonei. Alcune compagnie non accettano cani sedati e cani appartenenti a razze pericolose. Per viaggiare in treno servono il certificato d’iscrizione all’anagrafe canina e il libretto sanitario. I cani di piccola taglia possono accedere gratuitamente in 1° e 2° classe di tutte le categorie di treni. Devono viaggiare in kennel o trasportino (70x30x50) e si può portare un solo cane per viaggiatore. È vietato l’accesso nelle carrozze ristorante/bar, ove sono ammessi solo i cani guida per non vedenti. I cani di taglia media e grande sono ammessi sui treni ma bisogna acquistare un biglietto (50% di un biglietto di 2° classe), mentre nelle carrozze con cuccette bisogna acquistare l’intero scompartimento. In traghetto ci sono cabine nelle quali è consentito accedere con i cani, quindi al momento della prenotazione bisogna segnalare la loro presenza. In alternativa ci sono delle gabbie situate su un ponte dove c’è la possibilità di lasciarli durante la traversata. Sappiamo che per viaggiare all’estero i nostri cani necessitano del passaporto. Ci sono altre regole da seguire? Ogni Paese ha una sua regolamentazione quindi prima di intraprendere un viaggio è bene informarsi.
In generale, quale consiglio si sente di dare a chi vuole andare in vacanza con il proprio cane? Consiglio di valutare la tipologia di viaggio che si vuole fare e se il proprio cane è idoneo ad affrontarlo onde evitargli eccessivo stress.

Nella foto, Paciok, in carico al Comune di Ceva

AG Sanremo fiori piante grasse cactus succulente