Elezioni a Chiusa Pesio: Erbì-Baudino, intervista “doppia” ai candidati

La campagna elettorale a Chiusa Pesio entra nel vivo: a tu per tu con i capigruppo delle due liste in corsa

di EZIO CASTELLINO

CHIUSA PESIO

Armando Erbì

 

Armando Erbì, da una ventina di anni impegnato nella Amministrazione comunale, alternativamente nelle file della maggioranza e della opposizione. È stato l’ultimo presidente del Parco naturale del Marguareis, prima della fusione, avvenuta tre anni fa, con il Parco delle Alpi Marittime.

Cinque parole chiave che vorrebbe caratterizzassero il suo mandato?

Sicurezza, Pulizia, Valorizzazione, Condivisione, Serenità.

Come giudica la situazione attuale della valle Pesio?

La Valle Pesio è un luogo con cui madre natura è stata generosa, un luogo in cui i chiusani hanno modellato il territorio creando imprese, posti di lavoro e le giuste condizioni per viverci e per fare turismo. Riscontriamo una situazione di disagio sociale ed economico che ha portato il nostro Comune a non recitare più quel ruolo di primaria importanza, vogliamo invertire questo trend e ridare a Chiusa Pesio il posto che merita nel panorama provinciale.

Cosa rimprovera maggiormente alla maggioranza uscente?

Al sindaco e alla maggioranza uscente rimproveriamo innanzitutto l’incapacità o la non volontà di coinvolgere le altri componenti del Consiglio comunale nelle scelte fondamentali per lo sviluppo del paese. Per tutto il resto, ci rimettiamo ai cittadini che daranno il giudizio con il loro voto.

Le prime tre cose che farebbe appena prese le redini del paese?

Non vogliamo anticipare quanto sarà presentato dal gruppo sul programma in campagna elettorale, sicuramente siamo e saremo un gruppo aperto a condividere la nostra azione con tutte le componenti sociali e politiche del paese.

Claudio Baudino, candidato sindaco dell’attuale maggioranza, faceva parte della lista che la sosteneva nella passata tornata amministrativa. È stato sorpreso di questa scelta?

Circa 8 mesi fa, Claudio ci comunicò di aver accettato la richiesta del sindaco a ricoprire il ruolo di assessore all’agricoltura. In quell’occasione il nostro gruppo non osteggiò questa sua scelta che, a dir suo, doveva essere vista come un segnale di collaborazione e distensione per l’interesse di Chiusa Pesio. Adesso la scelta di Claudio, che mi è stata comunicata personalmente, ci lascia un po’ sorpresi in quanto ha sempre partecipato alle attività del gruppo senza mai manifestare insofferenza o contrarietà circa la linea politica attuata. Detto questo, rispettiamo le scelte di chicchessia anche se a volte incomprensibili, e ci auguriamo una campagna elettorale volta al confronto sui programmi, senza veleni o attacchi alle persone.

 

Claudio Baudino

 

Claudio Baudino, negli ultimi mesi ha ricoperto la carica di assessore all’agricoltura del Comune di Chiusa di Pesio, in sostituzione dello scomparso Andreino Ponzo.

Cinque parole chiave che vorrebbe caratterizzassero il suo mandato?

Più che di mandato ora parlerei di impegno e del progetto che sta nascendo. Un progetto che si basa sul dialogo, sul confronto, sull’apertura mentale, sulla voglia di fare per il paese e di crescere assieme.

Ci può fornire alcune anticipazioni sulle composizione della sua squadra?

La lista di candidati è pronta, un bel gruppo di lavoro innovativo, affiatato e multidisciplinare che ha voglia di mettersi in gioco. Entro pochi giorni sarà presentato, insieme al nome ed al logo della lista.

Come giudica la situazione attuale della valle Pesio?

La Valle Pesio è un territorio che ha grandissime potenzialità sotto molteplici aspetti, che meritano di essere valorizzati da tutti i cittadini, le attività, le Associazioni e naturalmente dagli amministratori che saranno chiamati a guidare il Comune, andando oltre i vecchi dualismi e le polemiche.

Quale ritiene sia stata l’opera più importante portata a termine alla maggioranza uscente?

Non ritengo corretto valutare il lavoro di 10 anni in un’unica opera. Ci sono molte cose che, seppur meno rilevanti in apparenza, sono state importanti per Chiusa di Pesio.

Le prime tre cose che farebbe appena prese le redini del paese?

Stiamo lavorando alla stesura di un piano di lavoro che prevede più argomenti e attività. Questa pianificazione permetterà di dare il giusto peso agli interventi, di renderli concreti e attuabili. Presenteremo nelle prossime settimane il programma, i cui punti cardine saranno il rilancio turistico ed economico della Valle con particolare attenzione ai temi legati all’ambiente ed all’agricoltura.

Negli ultimi mesi è stato chiamato dal sindaco Bussi a svolgere le funzioni di assessore all’agricoltura in sostituzione dello scomparso Andreino Ponzo. Come giudica questa esperienza?

Il giudizio non può che essere positivo, perché ho avuto la possibilità, nonostante le difficoltà e il breve periodo, di mettermi in gioco e lavorare per il paese.

 

Caseificio Tramonti Formaggi freschi Mozzarella