Il ct Chicco Blengini a Mondovì: “Per me è come essere a casa, nel 1997 potevo venire ad allenare qui”

Il commissario tecnico della nazionale italiana a Mondovì, ospite a Palazzo di città a Piazza per festeggiare due compleanni: i 35 anni dalla promozione del VBC in serie A e i 150 del settimanale “Provincia Granda”

Campioni di ieri e di oggi, giovani e meno giovani, maglie, foto dell’epoca in cui riaffiorano volti e ricordi del passato. Una sala piena, a Palazzo di città a Mondovì Piazza per festeggiare due compleanni: i 35 anni dalla promozione del VBC in serie A e i 150 del settimanale “Provincia Granda”. Due realtà da sempre molto legate, nel segno di Nino Manera. E proprio dalla figura dello storico giornalista e presidente monregalese è partita la serata che ha visto un ospite di eccezione come Gianlorenzo “Chicco” Blengini commissario tecnico della nazionale italiana di pallavolo maschile. Monregalese d’origine Blengini ha ricordato come “I sabati e le domeniche al Pala Itis erano imprescindibili: per me questa è un po’casa, ho avuto il privilegio di lavorare con Mario Sasso e per me la pallavolo a Mondovì è Mario. Nel 1997 potevo venire ad allenare a Mondovì, ma per varie ragioni questa possibilità non ci concretizzò”.